MELAMORSICATA O COPERTINA ROVINATA?


APPLE

iPad, sbarco in Italia rinviato
Slitta di un mese il lancio

Posticipato l'esordio internazionale del nuovo dispositivo. L'azienda di Cupertino spiega: "Troppe ordinazioni negli Stati Uniti, le richieste superano le forniture" (LA REPUBBLICA 14 aprile 2010)


Ho letto su la Repubblica di ieri questa notizia e tutti i relativi commenti postati (alcuni fanno veramente sorridere). 
Premetto, sono Apple-addicted, anche se non ho ceduto all'acquisto  della sua versione per la telefonia mobile, l'iPhone. 
Onestamente non so se mi lascerò coinvolgere dell'iPad, anche se può avere molti vantaggi, come tutte le cose.
Esempio: permetterà di stampare meno libri su carta, si potranno avere a portata di mano, o meglio, occhi molti più libri e, da un punto di vista strettamente egoistico, se avessi un iPad non dovrei smuovere centinaia di libri dai miei scaffali...ma volete mettere la ginnastica!

Dunque cos'è allora che mi trattiene e mi lascia perplessa? 
Ebbene,  anche se suona paradossale, visto che stiamo parlando di un dispositivo touchscreen, quello che mi trattiene è:

l'assenza del tatto.

Il gioco sottile della seduzione indotta da una copertina che attrae e che ti spinge a sfogliare le pagine di un libro che, se saprà conquistarti, finirà per essere acquistato.

Poi, vogliamo anche considerare, da ultimo, l'irritante groviglio dei fili di caricabatterie, auricolari che, sempre diversi gli uni dagli altri, anche se destinati allo stesso scopo, dovremmo portarci dietro per ogni dispositivo?

Comunque vada, per Apple sarà un successo. Poi magari in futuro ci troveremo situazioni come questa illustrata qui sotto:




Io, intanto mi ritiro, con il mio libro di 400 pagine, e con l'unico filo che sarà impiegato: quello dell'interruttore della mia abat-jour di Ikea.
Notte...

P.S. La sottoscritta dichiara che nessun esemplare della sua libreria è stato fatto oggetto di maltrattamenti tali da rovinare le copertine... la rima baciata del titolo non ha quindi nessun riferimento a fatti realmente accaduti. E' solo fiction, amici!


0 geo-commenti:

Posta un commento

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.