MEMO: Cumpleaños, Compleanno - MERCEDES BRESSO, JUAN MADRID


anniversario [an-ni-ver-sà-rio] s.m. (pl. -ri)
  • • Ricorrenza annuale di un avvenimento degno di memoria

    Mercedes Bresso
    Sanremo, 12-07-1944

    Più nota come Presidente della Regione Piemonte nel periodo di mandato che va dal 27 Aprile 2005 al 28 Maggio 2010, vive a Torino.

    Il suo primo romanzo giallo: Il profilo del tartufo (Rizzoli, 2009) inizia con il cadavere di un giovane notaio trovato nella toilette di un bar per turisti ad Hong Kong e passa, attraverso il Castello di Grinzane Cavour, all'Asta Internazionale del Tartufo.  
    Ad investigare, il vicecommissario Sandra Lusso e lo svizzero Claude Muller, curioso professore di storia del paesaggio. 

      • Parallelismi con la vita privata dell'autrice? 




            • Claude Raffestin, marito della scrittrice, è geografo ed esperto di Ecologia umana e Scienze del paesaggio. Un caso?!



    Passiamo ad un altro scrittore nato oggi, ma spagnolo.


    Juan Madrid
    (A destra, nella foto con Lorenzo Silva)
    Málaga, 12-06-1947


    Juan Madrid ha vissuto a Malaga e in Marocco fino al 1959, anno in cui si è trasferito a Madrid.
    In gioventù, per aiutare la famiglia in difficoltà economiche, cercava nei rifiuti il rame da rivendere, dato che il padre, oppositore del regime franchista, era spesso in carcere. Lui stesso, per le stesse idee politiche antifranchiste, fu imprigionato e, di quell'esperienza, dice avergli giovato per scrivere nel linguaggio della mala.
    Laureato in Storia Moderna e Contemporanea all'Università di Salamanca nel 1972, è stato giornalista per periodici e quotidiani come El País e El Mundo.

    Il suo primo romanzo, Un beso de amigo, ha come protagonista un quartiere di Madrid, il Barrío di Malasaña e Antonio Carpintero, alias Toni Romano, ex pugile e ex sbirro cacciato dalla polizia, che campa di espedienti, recupero crediti, buttafuori e, indagando nel quartiere ne avidenzia i mali comuni alla società.



    • JM non ha scritto solo noir. Romanzi di pirati (con protagonista Sandokan) e sceneggiature per cinema e televisione. Sua la sceneggiatura della serie televisiva Brigada Central con protagonista un poliziotto gitano. Alcuni suoi romanzi sono stati tradotti per il grande schermo come; "Nada que hacer" (Al acceco, 1988), "Días contados" (1994) primo film per Javier Bardém, e "Tanger" diretto da lui stesso nel 2004.

    E' del 2002 "Crónicas del Madrid oscuro" tradotto in italiano col titolo di Cronache di Madrid in Nero, affresco della città e dei suoi quartieri in quarantasei storie, in cui lo scrittore è testimone narratore in prima persona.


    • Con Vázquez Montalbán 









                  • e Gonzales Ledesma è uno dei primi scrittori post-franchisti.





                • Ritiene Manchette "una spanna sopra tutti gli altri", stima Markaris come uno dei pionieri della nuova strada del genere giallo e non esita a vedere Sciascia




























                                                              • Montalbán come antesignani di una nuova letteratura che, partendo dal noir, arriva alla scoperta della verità quotidiana. 












                                    • Dice: "Sartre diceva che il discorso letterario deve essere una valida alternativa al discorso ufficiale, e io ho il mio percorso, che non so se serve a cambiare il mondo, ma serve a cambiare me stesso".












                  • JM insegna scrittura creativa a Madrid e in altre scuole e istituzioni come la Faciltà del Cinema di Buenos Aires, la Scuola degli sceneggiatori a Valencia, l'Università cattolico di Puerto Rico, l'Università di Pau in Francia. 


                              • Altri scrittori spagnoli o cubani raccontano aneddoti su di lui e sulle sue storie di donne ed alcool, ma,  questo scrittore che non guida l'auto, non ha cellulare e non usa internet, è considerato uno dei più importanti scrittori spagnoli.

                              • Di lui Manuel Vázquez Montalbán disse: "Credo che i veri autori di noir spagnoli siano così pochi che Juan Madrid è uno dei due".


                              • Quando non è in giro per il mondo a tenere le sue lezioni, vive fra Madrid, nel quartiere storico di Malasaña e a Salobreña, località marittima andalusa


                                    • Libri della serie Toni Romano

            • Un beso de Amigo, 1980 (Un bacio da amico, pg 164, Alacrán edizioni, 2008, traduz. I. Trentin)
              Las apariencias no engañan, 1982
              Cuentas pendente, 1995 (Conti in sospeso, pg 208, Frassinelli, 1998, traduz. S. Meucci)
              Mujeres y mujeres, 1996
              Grupo de noche, 2003
              Adíos, pricesa, 2008
              Altri romanzi:
              Días contado , 1993 (Caduta libera, pg 230, Frassinelli, 1995, traduz. H.Lyria)
              Brigada Central, 2000 - 13 racconti
              Crónicas del Madrid Oscuro. Una mirada al subterráneo, 1994 (Cronache di MAdrid in nero, pg 248, Alacrán Edizioni, 2007, traduttori varii)
              Tanger, 1997
              Restos de carmín, 1999
              Gente bastante extraña, 2001

              Pajaro en mano, 2007 (Marbella Noir, Mele marce, E/=, 2009 traduz.: R.Schenardi)




                                                            • Curiosità su quest'ultimo. Il titolo in spagnolo deriva dal proverbio: "meglio un solo uccello in mano che cento nel cielo" non potendo essere così tradotto in italiano col rischio di far insorgere ovvii equivoci di dubbio gusto si è preferito tradurlo appunto in Mele marce, il crimine e la corruzione a Marbella con l'intento di considerare che "se non puoi prenderli tutti, cerca di prenderne almeno una parte".

              Bares nocturno, 2009 è la sua ultima opera in ordine di tempo.

              Lo scrittore all'edizione di Courmayeur Noir in Festival
              (2009)













    0 geo-commenti:

    Posta un commento

     

    Geo-lettori im-pazienti

    Geografando in fb

    Geo-MEMO

    I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
    Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
    Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.