LE 3 ESSE: SERRAVALLE NOIR 2010, SERGE QUADRUPPANI, SATURNE

Mi ha fatto molto piacere leggere che alla IV edizione di  Serravalle Noir 2010, organizzata dal Club Amici del Giallo Pistoia, il Premio Internazionale è stato conferito a Serge Quadruppani, traduttore in francese dei romanzi di Camilleri e di Carlo Lucarelli, nonché scrittore lui stesso di noir.

Soprattutto, ho gradito la motivazione con cui è stato premiato: "Scrittore, traduttore, giornalista, curatore di collane che hanno fatto da trait d’union fra il noir francese e quello italiano. Ma Quadruppani è noto anche per il suo costante impegno civile”. 

Ricordo ancora quando partecipò nel 2007 a GialloLuna NeroNotte, il Festival del Giallo e del Noir italiani che si tiene annualmente a Ravenna (a proposito: fra poco inizia  l'edizione 2010) e mi colpì quando, parlando della sua collega e scrittrice francese Fred Vargas, disse senza mezzi termini che "come scrittrice lo faceva dormire". Per chi, come me, aveva letteralmente divorato i libri della Vargas (almeno i primi) fu come se crollasse il classico mito. Poi, leggendo i romanzi di Quadruppani, ho capito il motivo di quell'esternazione: sono due mondi lontani anni luce, ma per questo non meno affascinanti.
Non per nulla nella classifica redatta da FNAC Francia dei polars da leggere assolutamente, i libri della scrittrice francese sono catalogati come décalé (=non convenzionali). 
Di altro genere quelli di Quadruppani, la cui funzione di scrittore è, per sua stessa ammissione, "decifrare la realtà e raccontarla con ogni mezzo a sua disposizione". 
Oggi esce in Francia il suo nuovo libro, Saturne, ambientato fra Francia e Italia (alle Terme di Saturnia) e che dovrebbe arrivare in seguito in Italia nel 2011. La trama verterà sui temi relativi alla crisi finanziaria internazionale e in questo, sicuramente, c'è da credere che non sarà un polar décalé.  


4 geo-commenti:

  1. Grazie per la segnalazione, non conoscevo questo autore.
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Ciao Giacynta e grazie per il commento.

    Spero che nella lista del "Whodunnit" troverai altri autori che non conosci.
    Buona giornata anche a te.

    PS Come "gialllista-geografica" mi chiedevo dove è stata fatta la foto che apre il tuo blog. Località inglese?

    RispondiElimina
  3. E' la fabbrica di cioccolato "Ottobre rosso" a Mosca. Puoi trovare tutti i dettagli nei commenti di un post che le ho dedicato ( lo trovi stto la voce "luoghi-est- ", il post consiste in una semplice foto.)
    Adesso vado a sbirciare la lista "Whodunnit".
    Un caro saluto!

    RispondiElimina
  4. Malgrado sia un'appassionata di cioccolato, non sapevo esistesse un tempo questa fabbrica a Mosca.
    Se non vado errata aveva una tradizione grandiosa e faceva dei bon bon sublimi.
    I paesi dell'Est sono un mio limite, ma, come si dice: "Finché c'è vita c'è speranza". Nemmeno immaginavo di andare in India e ci sono già stata molte volte, quindi, magari, la Russia...prima però dovrò leggermi i gialli di Boris Akunin, altrimenti che giallista geografica sarei?!
    Grazie di avermi illuminato e complimenti per la foto dal taglio originale.

    RispondiElimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.