MEMO: ANNIVERSAIRE

anniversario [an-ni-ver-sà-rio] s.m. (pl. -ri) 

  • • Ricorrenza annuale di un avvenimento degno di memoria







    Jean-Patrick Manchette
    Marsiglia, 19-12-1942
    Parigi, 3-6-1995

    Da quella Marsiglia che ha dato i natali anche a Izzo, proviene Manchette. Scrittore, sceneggiatore, critico letterario e cinematografico, noto a volte con pseudonimi come Pierre Duchesne, Général-Baron Staff, Shuto Headline e Zeus de Castro.

    Troppo presto rubato alla vita da una grave malattia.

    Da molti considerato come uno dei più autorevoli scrittori del polar francese degli anni '70-'80, Manchette traslava spesso nei romanzi, brevi ma folgoranti,  la sua posizione politica di estrema sinistra. 
    Soleva dire che "il vero romanzo giallo è un romanzo sociale, un romanzo di critica sociale, che prende come aneddoto delle storie di crimini", oppure " il giallo è la grande letteratura morale del nostro tempo".

    Qualcuno lo ha definito un bohémien, altri lo vedono pervaso da pessimismo leopardiano. 
    Lascio giudicare a chi lo leggerà. Per il momento, due carotaggi letterari, per dirla come la mia amica blogger Giacynta (che spero non me ne vorrà per averle preso a prestito il termine).

    Da Morire d'amore






    • Se non c'è che il denaro è perché ormai non c'è più che questo. Non ci sono più isole deserte, non c'è più amore,  non c'è più vita. (p. 13)
    • La caratteristica di chi ha raggiunto una data posizione è di volerci restare. E perché nulla cambi, è necessario che tutto ristagni. (p. 136)

    E ancora, l'incipit di Posizione di tiro
    Era inverno e scendeva la notte. Un vento gelido,che proveniva direttamente dall’artico, soffiava sul mare d’Irlanda,spazzava Liverpool, sibilava attraverso la pianura che Cheshire (dove i gatti reclinavano le orecchie quando lo sentivano sbuffare nel camino) e, infilandosi dentro il vetro abbassato, andava a colpire gli occhi dell’uomo seduto nel furgone Bedford.
    L’uomo non batteva ciglio.

    Bibliografia (NB: gli anni di pubblicazione si riferiscono ai titoli originali)






    • Laisser bronzer les cadavres (scritto a quattro mani con Jean-Pierre Bastid), 1971
    • L'affare N'Gustro (L'Affaire N'Gustro),  1971
    • Nada (Nada), 1972
    • Pazza da uccidere (Ô dingos, ô châteaux !), 1972
    • L’Homme au boulet rouge, (in collaborazione con Barth Jules Sussman), 1972
    • Un mucchio di cadaveri (Morgue pleine), 1973
    • Piovono morti (Que d'os !), 1975 
    • Piccolo blues (Le petit bleu de la côte Ouest), 1976

    • Fatale (Fatale), 1977 
    • Posizione di tiro (La Position du tireur couché), 1982
    • Principessa di sangue (La Princesse du sang), 1996
    • Romans Noirs (2005) Gallimard, Quarto, è invece un volume che raccoglie quasi tutti i suoi romanzi (eccetto 5) e testi inediti.

2 geo-commenti:

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.