DAUNT BOOKS - FORSE NON GIALLI MA TANTE GEOGRAFIE


Si potrebbe sostenere che Daunt Books non sia esattamente una libreria indipendente, visto che in realtà consta, a Londra,  di sei punti vendita (in Marylebone, Chelsea, Holland Park, Hampstead, Kentish Town e Belsize Park). Tuttavia lo é, nella misura in cui


 ognuna di esse è gestita in maniera autonoma con una sua ben distinta filosofia. 


Certo, anche il suo diretto concorrente Foyles (cinque punti vendita) chiama le sue librerie booktique. Ma Daunt Books è un'altra cosa.   
Non si può definire libreria a tutto tondo, vocata soprattutto a libri di viaggi e guide turistiche, nuove e usate, ma certo affascina la sua architettura d'interno e la particolare organizzazione per paese. Così una Lonely Planet o una Rough Guide condividono lo scaffale con l'autobiografia di Gandhi nel settore dedicato all'India.


Il suo fondatore, James Daunt, è un libraio della vecchia scuola: vende solo libri che lui stesso leggerebbe e si rifiuta di fare promozioni o sconti.


Entrate in quella a Marylebone High Street, 83 - London W1U.
(Source: Wiki - Bagelmouse)
A prima vista  sembra abbastanza ordinaria, ma camminando nei suoi stretti corridoi fino al retro, l'edificio svela una galleria incredibilmente lunga, con balconi in legno di quercia lungo le pareti, finestre in vetro colorato in stile Edoardiano alle estremità ed un tetto, anch'esso in vetro, che inonda l'ambiente di luce naturale, ricordando da vicino quello della libreria Ambasciatori di Bologna (ne parlerò prossimamente).
Qui si trova la spina dorsale del bookshop, ovvero la parte dedicata ai viaggi.
Sebbene ora si sia allargata in altre sezioni, questa del turismo è quella per cui si contraddistingue, oltre alle zone romanzi e saggistica, di ogni parte del mondo, il tutto articolato su tre piani.

Ovviamente si tengono anche incontri con autori, ai quali si può assistere pagando un modico prezzo e sorseggiando un bicchiere di vino.
Ma il fascino sta semplicemente nell'ambiente. Quindi, scordatevi di trovarci una cafeteria dal caffè imbevibile o la sezione CD/DVD. Sarete invece sorpresi a scoprire poltrone e tavolini in vimini al piano terra e nel seminterrato. 

E se proprio avete bisogno di bere qualcosa, abbandonate l'idea dell'espresso, attraversate la strada e sedetevi al Caffè Divertimenti for a cup of tea (il caffè, quello vero, lo bevete quando rientrate in Italia). 
  
Se queste foto non vi bastano, eccovi The virtual tour 


Have a nice walk around!

5 geo-commenti:

  1. Difficile aver voglia di uscire da un posto così.

    RispondiElimina
  2. Ma che meraviglia!
    Impaziente di vedere foto e parole (le tue parole danno una bella sensazione visiva anche senza le immagini) della libreria Ambasciatori. Mi piacciono molto questi post a tema: è anche un piacevole modo per dare visibilità e pubblicizzare le librerie vere ancora in circolazione. Più ci penso, più ne vedo poche; le librerie incantate che passano nella mia immaginazione devono essere state fagocitate dalle grandi catene.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. @Giacynta: concordo, vorrei sedermi per un'oretta a leggere qualcosa nella poltroncina di vimini.
    @Barbara: il post Ambasciatori è editato. Poi mi dirai...ops, intendevo, mi scriverai.

    RispondiElimina
  4. Lo so quanto è vero quello che dici: Daunt era per me una cosa fantastica! Andavamo a quella di Fulham e lì c'rea tutto: anche quaqlche giallo per fortuna!

    RispondiElimina
  5. @MJ: fa piacere vedere che altri conoscono posti così!
    Bye&besos

    RispondiElimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.