MEMO: GEBURTSTAG, COMPLEANNO - FRIEDERICH DüRRENMATT

anniversario [an-ni-ver-sà-rio] s.m. (pl. -ri) 

  • • Ricorrenza annuale di un avvenimento degno di memoria
    Friedrich Dürrenmatt
    Konolfingen, 5-01-1921
    Neuchâtel, 14-12-1990

    No, la foto non è sbagliata. Dürrenmatt non era solo scrittore.
    Anzi diciamo così: di notte era scrittore e scrutatore di stelle, di giorno, invece, pittore e lucido censore delle ipocrisie e dei feticci della borghesia.

    Di quella Svizzera, suo paese natale, di cui ritrasse i banchieri in un quadro che ricorda certe opere dell'espressionista Kirchner (a fianco) e contro la quale, negli anni Sessanta, illustrò in una serie di manifesti pubblicitari il suo pulitissimo paese che cercava di insabbiare un'epidemia di tifo. 

    Cinico critico della nazione e della sua presunta neutralità che descriveva essere come "una vergine che fa soldi in un bordello, ma vuole rimanere casta" e paragonava a "una prigione, in cui i carcerati si sentono liberi perché hanno assunto anche il ruolo di carcerieri".




    Malgrado tutto, a Neuchâtel dal 1997 al 2000 è venuto alla luce, a fianco della casa dello scrittore, il Centre Dürrenmatt, fortemente voluto dalla sua seconda moglie, Charlotte Kerr,  che lo commissionò all'architetto svizzero Mario Botta, che incontrò una volta sola lo scrittore, ma che secondo Charlotte, aveva in comune con suo marito gli stessi occhi curiosi del mondo.

    Romanzi:
    1950 Der Richter und sein Henker - Il giudice e il suo boia
    1951 Der Verdacht - Il sospetto
    1957 - Das Versprechen - La promessa
    1985 - Justiz - Giustizia

    Romanzo da non perdere, La promessa, con sottotitolo Un requiem per il romanzo giallo, è un caso letterario. 
    FD fa dire al suo personaggio principale che "un fatto non può tornare come torna un conto" e, in tal senso, il classico giallo è una finzione irritante. Sovverte ogni legge e logica del giallo, non ultimo il solito passaggio libro - sceneggiatura e conseguente film, qui è fatto a ritroso. Nasce infatti come sceneggiatura di un film, Il mostro di Mägendorf (1958) successivamente ripreso, con lo stesso titolo del romanzo, nel film del 2001 del regista Sean Penn e Jack Nicholson nel ruolo del personaggio principale dell'ispettore di polizia. 

    Per l'altro nato oggi, invece, lasciamo parlare lui stesso.  
    Intervista all'uscita dell'ultimo suo romanzo, Il cimitero di Praga, visibile sulla versione iPad del supplemento Tuttilibri del quotidiano La Stampa





    Umberto Eco
    Alessandria, 5-01-1932





2 geo-commenti:

  1. Di Dürrenmatt non ho mai letto niente ma il mio guru (ne ho anch’io uno) in fatto di consigli di lettura, a più riprese torna a ribadire: «Ma ancora non hai letto “La promessa”?».
    Domanda: perché la lista dei libri che vorrei leggere è sempre più corposa di quella dei "già letti"?
    Domanda 2: perché la lista dei libri letti è irrisoria rispetto a quella dei libri da leggere?
    Una sola vita non è sufficiente.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. @Barbara Sì una vita sola non è sufficiente...io ho pensato che, oltre al mio testamento biologico e a quello con le mie ultime volontà, ne scrivo un altro che chiamerò Wish-life (non -list) nel senso della prox vita che vorrei avere e dove. Non ho pretese roboanti o straordinarie e quindi forse, forse ce la faccio ;-)
    Bye&besos

    RispondiElimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.