ESLITE PER L'ELITE DEI LETTORI INSONNI

Eslite Bookstore è una delle più grandi catene di librerie in Taiwan.



"Eslite" deriva da "elite" vocabolo della Francia del XII Secolo.
Nel 1989 il suo primo punto vendita specializzato in testi sull'arte e il sociale, fu creato in Dunhua South Road, Daan District a Taipei. 
(Eslite Dunhua Source: AUdrey Ng)

Successivamente, la catena si è espansa in tutto il territorio e quello di Dunhua ha inaugurato la formula di apertura 24 ore su 24, 



diventando punto di attrazione per lettori notturni, soprattutto di sabato.
Attualmente sono quasi 50 i punti vendita,
(Eslite Taichung by *dans)


(By Nien-Yi Ho)

(Eslite Chungyo By wikipedia)

(Eslite Kaohsiung Source ChamelleDesignPhotography)




Si dice che "people come to Eslite not simply to buy books, but also to be immersed in an aura and a cultural environment" e in questo senso, al suo interno si trovano spazi per Club di lettura, mostre di opere artistiche e performing art. 
Per la progettazione di ognuno di essi è data profonda attenzione all'Interior design e alla decorazione, tanto da aggiudicarsi vari premi fra cui il Design Asia Award 2004 del Centro Design di Hong Kong. Non a caso sono spesso progettati da architetti, attenti a creare ambienti diversi o come se stessero progettando un museo. 

Il più grande, aperto nel 2006 è Eslite Xin Yi Flagship StoreEst di Taipei, nel Xinyi District. 
    
Otto piani, ogni sezione con tavoli e sedie per una lettura confortevole e contraddistinta da un appropriato design. 














 In quella artistica il pavimento è un mosaico che evoca i materiali degli edifici della vecchia Taiwan, il soffitto sembra la tavolozza di un pittore e gli apparecchi di illuminazione hanno forma di mela: effetto complessivo d'avanguardia pur mantenendo un'eleganza sofisticata. 
Nella sezione letteratura l'illuminazione è simile alle gabbiette cinesi per gli uccelli (foto sopra).


In quella dei romanzi polizieschi invece, la particolare disposizione di tavolini e specchi è tale da creare un labirinto, quasi a riflettere metaforicamente gli improvvisi colpi di scena dei plot.   



Ragione di più per i lettori taiwanesi di gialli di far parte della ...ehm...elite che passa la notte insonne.

6 geo-commenti:

  1. Non mi dispiacerebbe trovarmi stanotte nel labirinto...
    Molto suggestivo il tuo post, Nela! :-)))

    RispondiElimina
  2. Olá Nela,
    Mas que fantástico!...Eu mudava-me para lá se pudésse! Por aqui, esqueço-me das horas na livraria FNAC, que pobrezinha à beira disto!...
    Beijos e obrigada pela mostra, que desconhecia.
    Manuela

    RispondiElimina
  3. La prima sensazione è stata di smarrimento. Geniali, immense, progettate per essere tutte una diversa dall’altra, ma non ti sembrano un po’ dispersive? Forse dal vivo è diverso…
    Buon lunedì!

    RispondiElimina
  4. @Giacynta Grazie cara, in effetti devo dire che anche a me la foto di chiusura del post mi ha molto affascinato e mi sono chiesta quali rumori, se mai ce ne sono, potrebbero esserci nella notte di Eslite.
    @ Manuela Pois é, cara amiga, a FNAC é global... mas se não me esqueço perto de ti fica tbm a Livraria Lello (& Irmão) e jà escrevei um pouco dela. Se quiser ler, podes encontrar issa nos tags Librerie e Biblioteche, one hà aquila e outras tbm. Buona settimana!
    @ Valigiesogni Cara Barbara, come darti torto? Da un lato appoggio sempre le piccole librerie e poi eccomi a scrivere delle grandi. Si potrebbe aprire un dibattito (intendo quelli pacati di una volta, non il vociare arrogante di cui ci ha abituati una cattiva televisione). E' evidente che ci sono pro e contro. Se effettivamente c'è un'ambientazione curata per ricevere il lettore/visitatore, creando spazi di condivisione (come in questa) potrebbe essere positivo. Ma è chiaro che ci dovrebbe essere ANCHE una condivisione "attiva", quella che il librario indipendente offre al suo cliente e che, spesso, manca nelle grandi. La domanda è: "Quanti dei commessi di queste grandi librerie lavorano lì veramente per passione dei libri?" Ecco, qui sta l'essenza della vera libreria. Per scoprirlo c'è solo un modo: andiamo a Taiwan a scoprirlo?! ;-)

    RispondiElimina
  5. Il viaggio lo organizzi tu?
    Baciotto

    RispondiElimina
  6. @Barbara. OK! Basta che però tu non mi obblighi ad andarci a piedi e magari pure di corsa. ;-)

    RispondiElimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.