LUIS EDUARDO MATTA - O SENHOR GENTLEMAN DELLA DOMENICA

La mia amica IZNOP SAN dice di me:


 "Come sempre...invece di dormire...scrive", 


infatti l'attività della blogger-giallamente-ferrata, come mi ha definito l'altra mia blog-amica Barbara, è soprattutto

notturna.
Quella della viaggiatrice invece è diurna.


Poi c'è l'attività domenicale, ma siccome la blogger è molto pigra, 


prima di decidersi a fare camminate, c'è il rito della slow-colazione 
e del - passatemi il termine - mousing  (fratello minore ma più intelligente del famigerato zappino televisivo).


Ultimamente, il mio mousing comprende anche fb, mitico quanto vituperato, osannato o sdegnato facebook, su cui ho capitolato da un mese, complice un'amica che si è trasferita in Africa, ("se vuoi vedere le mie foto, le vedi solo lì, perché mandarle per mail, magari sono troppo pesanti").


Ognuno la veda come vuole. Di tutte le cose c'è il positivo e il negativo. 
Per me, il 2010 è stata la scoperta del blog come mezzo di espressione personale, il 2011 quella di facebook come mezzo di comunicazione. 
Per il 2012 vedremo da quale altra diavoleria sarò attirata (di sicuro non Twitter).


La digressione comunque ha un motivo preciso e legato al titolo del post.
Dunque, mousing della domenica mattina ed ecco il messaggio che mi è arrivato e di cui trascrivo alcuni pezzi.


Olá, Nela. Tudo bem?
Em primeiro lugar, me desculpe por demorar a lhe escrever. Eu raramente entro nessa caixa de mensagens do Facebook, então só hoje vi que você me escreveu.
Fiquei muito contente com os comentários a O Véu no seu blog. Feliz e honradíssimo. Ainda porque você ilustrou o texto com fotos belíssimas, sobretudo a de Copacabana. Foi a editora que me avisou e, inclusive, reproduziu o seu texto no blog do livro http://oveu.wordpress.com/
Um ótimo fim de semana. Abraços,
Luis Eduardo
Traduzione:
Ciao Nela. Tutto bene?
Anzitutto mi scusi per aver tardato a risponderLe. Raramente entro nella zona messaggi di Facebook, quindi solo oggi ho letto che mi ha scritto.
Sono molto felice dei commenti a O Véu nel suo blog. Felice e onoratissimo. Anche perché ha illustrato il testo con foto bellissime, soprattutto quella di Copacabana. E' stato l'editore ad avvisarmi e, inoltre, che ha pubblicato il suo testo nel blog del libro http://oveu.wordpress.com/ 
Un buon fine settimana. Un abbraccio,
Luis Eduardo


Bene, vi ho spiegato tutto.
Questo mio piccolo blog e più precisamente il post sul romanzo O Veu ha varcato l'Oceano Atlantico, finendo in un blog, oveu.wordpress ben più importante, quello dello scrittore brasiliano Luis Eduardo Matta, creato appositamente per tutte le notizie sul suo romanzo.


Potenza del blog?
Potenza di Facebook?
Chissà! Comunque una bella soddisfazione.


In tutti i casi, se anziché nascere Nela San fossi nata come, che so?, Peggy Guggenheim, avrei fatto come lei.
Avrei sostenuto artisti (street painters) e scrittori. Editando, pubblicando...


Ora, se da qualche parte sul Blog o su FB c'è un editore che mi legge, sarebbe interessato a prendermi come editor?!
Perché io coi Power Point (chi mi segue sa a cosa mi riferisco), inizio a sentirmi un po' limitata! 


5 geo-commenti:

  1. Intanto ti rubo il termine mousing : un'attività ,finora senza nome, che faccio abitualmente in vari momenti della giornata (questo, per esempio).
    Se fossi un editore, ma non lo sono, ti prenderei di corsa come editor.Se vuoi fare del volontariato di editing delle proposte,invece, le avrei. Eccome.
    Bisou
    g

    RispondiElimina
  2. E questo è il bello del grande mondo virtuale, l'elemento suo di maggiore fascino, quello che dovrebbe effettivamente essere il suo principale scopo e beneficio: l'allargamento degli orizzonti, dei contatti, delle conoscenze, degli incontri. Con persone vere, reali, autentiche, che dialogano, si scambiano opinioni, storie, sensazioni, sentimenti.
    È bello ogni volta venire a sapere che accade, grazie di avercelo detto.

    RispondiElimina
  3. @ Grazia e fai bene ad usarlo, il termine mousing, anche perché viste le nuove diavolerie presto anche lui sarà messo a riposo. Poi voglio proprio vedere dopo lo zappino e il mousing se faremo anche il touching...In questo la mitica Carrà era avanti anni luce col suo tuca-tuca! Sto delirando eh?!
    @ Grazie Duck, vedo che hai interpretato nel senso giusto Il senso di Nela per la rete (per fare il verso a quel giallo che s'intitolava Il Senso di Smilla per la neve)
    Bye&besos

    RispondiElimina
  4. Cara amica, Power Point limita un sacco di gente :-P Non a caso si diventa blogger (o anche lettrici compulsive e/osemplici curiose di un po' di tutto).
    Bello il termine mousing, di solito in casa dico "vado a vedere cosa succede nel mondo" che però è troppo lungo. (OT: il touching sto per iniziare a farlo anche io, poi ti farò vedere.)

    RispondiElimina
  5. Ecco, lo sapevo! Se avessi brevettato il termine...
    Ma come ho scritto anche a Grazia, temo che il mousing abbia vita breve. E anche tu me lo confermi.
    Sono curiosa: ti dai all'Apple-touching o al Galaxy-touching?

    RispondiElimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.