Buona Paaskekrim col prendi 3 e paghi 2

Prima che arrivino le promozioni post-pasquali del prendi 3 e paghi 2 per uova e colombe di Pasqua, sappiate che c'è chi lo fa coi libri gialli.

Riporto quanto letto circa la (strana) tradizione norvegese.
Mentre nella tradizionale Semana Santa gli spagnoli si dedicano alle processioni, i norvegesi si danno alle letture dei gialli, tradizione talmente radicata da chiamarsi appunto:


Norway's Paaskekrim
 (criminalità pasquale)

termine che si riferisce ai nuovi titoli polizieschi disponibili nelle librerie, a partire dal Giovedì Santo, col pubblico in trepidante attesa di riempire il tempo libero che la pausa lavorativa concede leggendo gialli e, se non bastasse, guardando la TV che supplisce mettendo in onda telefilm sullo stesso genere.

Quindi, i Norvegesi, non sono curiosi si scartabellare  l'uovo per vedere la sorpresa, ma di scoprire assassini fra pagine di libri o guardando l'episodio televisivo di turno.

Il fenomeno è talmente curioso che l'Istituto per gli Studi del Folklore presso l'Università di Oslo ha condotto, in merito, una ricerca.

Risultato: la tradizione della lettura di testi con delitti  risale al 1923, come risultato di un'azione di marketing.  Annunci pubblicitari del tutto simili a  notizie vere furono pubblicate sulle prime pagine di diversi giornali, scioccando i lettori che non erano riusciti a comprendere che si trattava di una trovata pubblicitaria.
L'iniziativa si sviluppò a macchia d'olio tra le altre case editrici, e il romanzo poliziesco  divenne una delle poche forme di intrattenimento disponibili durante le vacanze di Pasqua, quando caffetterie,ristoranti e cinema rimanevano chiusi,  essendo considerato quello un momento di introspezione e di pentimento. Né  c'era  radio e  televisione, naturalmente, ma tutti sapevano leggere.
Così nacque il romanzo poliziesco di Pasqua.Secondo lo stesso Istituto il motivo di leggere di crimini durante questo periodo sarebbe da ricollegarsi alla natura violenta della morte di Cristo.
Decidete voi se trascorrere il tempo tappati in libreria a scovare l'ultimo giallo che vi tenta (come fanno in Norvegia), rompendo uova di cioccolato, mangiando colombe o facendo la classica gita fuori porta.
In tutti i casi, vi auguro Buona Pasqua 
con una mia foto, più attraente (almeno così spero) di quella sopra:

(Casa Salvador Dalì, Port Lligat - Source:Nela San)

5 geo-commenti:

  1. La seconda che hai detto.
    Buona Pasqua anche da me
    g
    ps curioso popolo,i norvegesi !

    RispondiElimina
  2. Già, se non la mangi tu la cioccolata buona in quel paradiso dei maître chocolatiers... (e non parlo di Godiva). Quanto ai norvegesi, concordo con te! Che sia colpa dei trolls?!

    RispondiElimina
  3. Feliz Pessach cara Nela e cinco beijos.

    Cozinha dos Vurdóns

    RispondiElimina
  4. Sono rimasta un po’ indietro con la lettura dei tuoi post perché, ehm…, nel mio uovo di Pasqua ho trovato un simpatico virus intestinale che ha rallentato le mie consuete attività, inclusa quella di far fuori buona parte del cioccolato che giace ancora integro nella mia cucina. L’anno prossimo mi chiudo in libreria a scovare il giallo pasquale, giuro!
    Baci cioccolatosi

    RispondiElimina
  5. Cara Barbara, non ti preoccupare per il cioccolato, si mantiene abbastanza tempo per farlo fuori lentamente - spero che nel frattempo tu ti sia ristabilita - se poi hai bisogno d'aiuto per mangiarlo, non hai che da dirlo! Bye&besos da golosa Nela San

    RispondiElimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.