C. @ AKATEEMINEN KIRJAKAUPPA

Mi dovrò decidere, prima o poi, a scrivere dei viaggi che la viaggiatrice condivide con C.


Già in passato C. è stata citata per:
l'abnegazione nel recarsi a presentazioni di libri ed incontri con scrittori su segnalazione della viaggiatrice, quando quest'ultima non può parteciparvi,
l'indignazione di fronte alla poca professionalità di commessi di certe librerie,
le teorie e le congetture che elabora, complice la viaggiatrice, su episodi storici o  legati a personaggi artistici durante le loro gite.
In attesa di scriverne, ecco il suo contributo ai post taggati "librerie e biblioteche",  al suo rientro da un tour nei paesi baltici.



Descrizione didascalica della sottoscritta, contributo fotografico e commenti (in arancione) di C. 
Stockmann Academic Bookstore, il più grande della Scandinavia.
Il nome in finnico leggitelo nella foto qui sotto


Akateeminen Kirjakauppa
Ubicazione: Helsinki Central, Pohjoisesplanadi, 39
vicino a Stockmann Department Store, da cui è collegato per mezzo di un tunnel sotterraneo.
  
Non so come ma non mi ritrovo la foto in esterno. Credo che la mia macchina l'abbia esclusa automaticamente tanto è insignificante. C'è un motivo: fa parte dei Grandi Magazzini Stockmann, i più grandi del Nord Europa e l'ingresso è una porta-a-vetri senza libri esposti.


Non lasciatevi sviare dal nome, non vendono solo pubblicazione scolastiche, ma anche una grande varietà di libri e riviste in inglese. Ne' fatevi intimorire dalla cupa facciata esterna, tipo anonimo ufficio, l'interno sorprenderà per la sua ampiezza e inaspettata luminosità.
Tutto questo deriva da un progetto del 1962 di Alvar Aalto, costruito fra il 1966 e il 1969.
Comode sedie dal design tipicamente nordico sono disseminate in vari spazi all'interno della libreria, dove ci si può accomodare per sfogliare i libri.


Sciura finnica che ha tentato di salire per sedersi, ma poi si è arresa.






Al piano terra si trovano articoli di cartolibreria.


La luce proviene da lucernai geometrici e le pareti sono in marmo bianco.


Al secondo piano, il Cafe Aalto, intitolato al famoso architetto, vi affascinerà per il rigore del design finnico unito all'originalità della sua illuminazione.
Non è ovviamente l'unico luogo disegnato dall'architetto, considerato eroe nazionale. Altra sua opera manifesto dell'architettura finlandese è il centro congressi Finlandia Hall. 

Per descrivere Helsinki, che sarà capitale del design nel 2012, sembra che l'aggettivo più usato sia quirky (=stravagante). 
La viaggiatrice la visitò molti anni addietro. 
Non ebbe occasione di visitare la libreria, e per questo ringrazia C..

Di sicuro, però, anche lei giudicò quirky ordinare il piatto seguente (è uno solo):

Knipanin Pippuripihvi, Pippurikastiketta, Uuniperuna. 


5 geo-commenti:

  1. mi mancava, mi piacerebbe un giorno....

    RispondiElimina
  2. ci sono stata! anno 1987, magari chissà dove trovo ancora qualche sbiadito negativo

    RispondiElimina
  3. @iznop1 lo so che ti mancava, in fondo tu andavi nel paese di mezzo! (alla penisola scandinava, intendo)
    @dede guarda che combinazione, mentre lo scrivevo mi chiedevo se l'avevi vista. Come va lì? Tutto a posto? Ti scrivo su fb.
    Bye&besos

    RispondiElimina
  4. Fantastico! Beh, e che aspetti a dedicare un post alla laboriosa C.? Ne vogliamo sapere di più…
    P.S. Un aiutino rispetto al piatto quirky? Ma sei sicura sia uno solo?

    RispondiElimina
  5. @valigiesogni Cara Barbara ti prometto che lo farò, prima devo però postare la 2a puntata di Librerie&biblioteche di cui C. si è resa protagonista. Ti assicuro che quando mi ha raccontato di quanto le è accaduto nel fotografare, non sapevo come fare a non ridere, visto il mio recente "tonfo" che mi ha piuttosto ammaccato (vedi post precedente).
    Il piatto quirky, era: Filetto al pepe verde alla maniera Knipan, con salsa al pepe e patate al forno, ma in lingua ungaro-finnica sembrava uno scioglilingua, il rischio era che portassero un alce in salamoia anziché quanto ordinato, così, dopo essermi impappinata tre volte alla 1a parola ho desistito è ho indicato col dito sul menù (Orrrrrribbbbile!)

    RispondiElimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.