MEMO: Conpleân GIORGIO RUGGERO CELLI

anniversario [an-ni-ver-sà-rio] s.m. (pl. -ri)
  • • Ricorrenza annuale di un avvenimento degno di memoria

    GIORGIO RUGGERO CELLI
    (Verona, 16-07-1935
    Bologna, 11-06-2011)

    Anche se veronese di nascita (una scoperta), considero Celli di Bologna. Da qui, nel titolo, la parola compleanno in bolognese.

    Celli era una persona molto poliedrica: etologo, entomologo e brillante docente all'Università di Bologna, dove fu antesignano di molti di quei processi oggi ampiamente utilizzati nella lotta biologica in agricoltura.

    Era però anche scrittore di gialli, da cui emergeva la sua predilezione per
     i gatti, dei quali diceva:
    " I gatti sono stati i miei maestri di etologia. Maestri senza parola ma con gesti trasparenti; ed io, a poco a poco, sono diventato un loro ammiratore e loro complice."

    Come dargli torto?!

    Di seguito alcuni titoli
    Sotto la quercia (1992) Feltrinelli, Pagg 1992 Giallo con appendice horror

     Come fu ucciso Umberto Eco e altri piccolissimi omicidi (2000) Piemme, 
    Trama:
    Holmes è a Cattolica per una breve vacanza. Annoiato e con la nostalgia della sua nebbia e delle sue piogge finché un semiologo di fama internazionale, il professor Umberto Eco, viene trovato cadavere in una stanza del più prestigioso hotel della costa adriatica. Odore di mandorle amare. Porta sbarrata all'interno. Finestra irraggiungibile. Tutto fa pensare a un suicidio anche se Holmes non ne è convinto...


    Il condominio dei gatti (2003) Piemme 
    Trama: Camillo Lastrade, commissario in pensione, da poco trasferitosi in un condominio di una grande città del Nord, passeggiando per strada trova un soriano nero, randagio malridotto. Diventeranno amici inseparabili. Quando una candida gatta bianca che vive nello stesso palazzo viene trovata morta in giardino, Camillo riprende ad investigare.

    Il gatto del ristorante cinese (2005) Piemme, 
    Primo romanzo della collana Gattingiallo
    Trama:
    giallo "felino", intrigante libretto di un centinaio di pagine, che si divora e si legge con l'agilità di un gatto e come un gatto, è fantastico amico di una sera sulla poltrona di casa. 
    Descrizioni accurate e un tocco di magia nel romanzo con protagonista Rho, gattone siamese, curioso, che aiuterà il commissario Angelo Michelucci e Kuo, suo padrone e proprietario del ristorante cinese, Kuo, a scoprire l'assassino.





    Il gatto allo specchio: una nuova indagine del commissario Michelucci (2008) Morganti Editore, 

    Trama: Michelucci, che ha adottato Miu, un gatto soriano, deve risolvere l'omicidio di un eminente scienziato esperto in biotecnologie che lo portano fra avveniristici laboratori e industrie farmaceutiche. 







    Il gatto del rettore: delitto all'Università (2011) Morganti editore, 

    Trama: Michelucci, investigatore ascetico, schivo ha la mania della meditazione Zen.
    Anche in questa indagine conoscerà un gatto dalle qualità straordinarie, Bianco, che lo aiuterà per scoprire chi ha impiccato il Magnifico Rettore dell'Università di Bologna, Leandro Marchi, proprietario del felino. 

    Romanzo uscito postumo. 
    Ancora una volta la maledizione delle trilogie.


    Noi avremmo preferito che Giorgio avesse avuto sette vite.
    Proprio come i suoi gatti che amava tanto.


3 geo-commenti:

  1. celli era un mito, e' stato un mio prof all'universita' un genio

    RispondiElimina
  2. Conosco poco Celli, non ho mai letto nulla di lui, ma ogni volta che è apparso in tv mi ha fatto sempre una incredibile simpatia. Mi piaceva la voce, il modo pacato e sornione di parlare. Non trovi anche tu che abbia finito per avere qualcosa dell'animale che tanto amava? Non so, a me ricordava uno di quei gattoni serafici e pigri che all'improvviso aprono un occhio e sembrano quasi prendersi gioco bonariamente di te.
    Saluti!

    RispondiElimina
  3. @iznop1 mi sembrava di ricordare che lo era stato
    @Duck anch'io non ho ancora letto niente di suo, non so quindi se a livello giallistico possa considerarsi eccellente, buono oppure scarso. Vogliamo metterlo fra gli hors-catégorie? Concordo comunque con te, che qualcosa del fare sornione di un gatto lo contraddistingueva.
    Bye&besos

    RispondiElimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.