TERESA SOLANA Se fosse un delitto in un giallo sarebbe... imperfetto

(Photo: El País)

Fra le tante regole che tentano di caratterizzare il romanzo giallo, ce n'è una che sostiene che il delitto debba leggersi già nelle prime pagine, se non addirittura entro un certo spazio di righe. 
Non è il caso per quelli scritti da Teresa Solana (Barcellona, 1962).







Laureata in filosofia all'Università di Barcellona, ha diretto per sette anni  la Casa del Traduttore a Tarazona, (città collinare storico-culturale dell'Aragona) oltre ad essere traduttrice di testi dal francese ed inglese. 
Annoverata fra gli scrittori di gialli catalani, è considerata la Donna Leon de Barcelona, parallelismo che lei stessa spiega con il desiderio comune di scrivere non solo sull'intrigo e l'indagine, ma anche sulla denuncia sociale, perché entrambe croniste della società contemporanea attraverso i loro personaggi.  
Il primo di questi gialli atipici è 

Titolo: Delitto Imperfetto (2008) 
Originale: Un crim imperfecte/Un crimen imperfecto (2006) 
Premio Brigada 21
Traduzione: B.Bertoni
Pag: 328
Editore: Sellerio Editore Palermo
Atipica la scoperta del cadavere, che appare solo a pag 132, nel giorno di Natale.
Atipici i due personaggi che indagano: Eduardo e Borja.  I gemelli eterozigoti non dichiarano mai a terzi la loro parentela, né sono avvezzi a indagini per omicidi; Borja si mangia inavvertitamente una delle prove, un marron glacé da una scatola nella stanza in cui giace il cadavere.
Atipica la loro agenzia. Le prime 100 pagine ci descrivono gli strani espedienti da loro usati in ufficio; finte porte e tempestive vaporizzazioni di profumo femminile prima dell'arrivo del cliente, destinate a comprovare la presenza di una segretaria inesistente.
Se si cerca suspense dalla prima pagina, non mettetevi nell'impresa. Se invece volete leggere un giallo pieno di humour, con una visione satirica dell'alta borghesia barcellonese, allora siete sulla pista giusta. TS afferma: tento di dare un senso di humour alla vita, suppongo sia perché, in fondo, sono una pessimista con la voglia di poter essere ottimista. Inoltre, da un punto di vista terapeutico, lo humour serve per relativizzare tutto e mettere le cose al loro posto.  
Si potrebbe quindi fare il gioco del se fosse
Se fosse un film avrebbe le stesse situazioni paradossali di Misterioso Omicidio a Manhattan (foto a fianco), le due sorelle, Montse e Lola, sarebbero impersonate da due attrici care a Almodovar, come Penelope Cruz e Rossy de Palma (foto sotto) e la colonna sonora potrebbe essere di Rosario.









Mentre i due gemelli potrebbero essere impersonati da Javier Camara, il Maxi del film Fuori Menù e da...

scegliete voi a chi far impersonare Borja.

Così, tanto da aver un po' di suspense nel post.  








4 geo-commenti:

  1. Tu mi crei dei bisogni di lettura non indifferenti... dici che se chiedo il prepensionamento e lo giustifico così, lui me lo concede?

    RispondiElimina
  2. Ha ragione Lovi: ci crei bisogni di lettura che bisogna soddisfare.Aspetto il rientro nella grisaille bruxellese per cominciare a leggere qualcuno dei numerosi libri che ci hai consigliato.Ovviamente inizio con il libro di un giallista argentino che un'amica mi ha regalato e sono sicura che sarà un gran bell'inizio.

    RispondiElimina
  3. Un giallo umoristico... gran bella accoppiata!
    Come va da quelle parti, Nela San? Hai parzialmente recuperato l'uso del tuo arto destro?
    Saluti!

    RispondiElimina
  4. @Lovi mi verrebbe un commento non molto "polite" quindi meglio astenersi
    @Grazia mi fa piacere leggere che creo bisogni di questo tipo. Poi sono curiosa di leggere nel tuo blog sul giallo argentino, da parte mia potrei cimentarmi con un post su un quadro che mi ha colpito e facciamo un "gemellaggio" di questo tipo, che ne dici?
    @Duck arto quasi recuperato, respirazione così così e a letto vedo ancora le stelle ma, contrariamente a quanto cantava Gino Paoli, non ho "il cielo in una stanza"
    Bye&besos a tutte

    RispondiElimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.