Hong Kong: un maiale come ambasciatore

Dove eravamo rimasti?
Ah, sì, con la viaggiatrice nata nell'anno della scimmia, che si trova, in quello del coniglio, al cospetto di un maiale, animale per antonomasia definito puzzolente, nel Porto dei Profumi...


Sindrome da Jet lag?!
No. 
Titolo con allusioni striscianti su la vitola misera, nostra e italiana?







No. 
Qualcuno ha lamentato che la Avenue of Stars aveva piastrelle di troppi attori ormai passati a miglior vita (questa volta senza il "la" davanti). 
Così, per evitare che il Viale di Stelle si tramutasse in un...Viale del Tramonto, hanno pensato bene di collocarvi un personaggio dei fumetti.


Se Los Angeles ha il suo topo(lino), Hong Kong ha il suo maiale! (qui ritratto sullo sfondo della skyline della città). 


Con tanto di studio socio-pedagogico di Jim McGuigan che nella sua opera Populismo Culturale sottolinea come "le esperienze e le abitudini della gente comune (gli ordinary people) sono più importanti da un punto di vista analitico e politico che la Cultura con la C maiuscola". 


Il suo nome è McDull. 


Personaggio del cartone animato di maggior successo a Hong Kong, vincitore del Gran Prix al Festival del film di animazione 2003 ad Annecy e primo fra gli incassi al cinema nel 2009 con l'ultimo suo film, intitolato McDull Kung Fu Ding Ding Dong


McDull nasce 20 anni fa dalla penna di Brian Tse Lap-man e di sua moglie, Alice Mak Ka-bik. 
 Ed è proprio col cognome della sua illustratrice che si chiama la madre del personaggio, Mrs Mak, che ha un posto col figlio al Museo di Madame Tussauds al Peak, raffigurati mentre mangiano tartine all'uovo in un tradizionale cha chaan teng (specie di caffetteria, che però serve tè, molto diffusa a HK).  


La crescente popolarità di questa attrazione, che richiama sempre più turisti nella metropoli, che ha dato un grande contributo all'industria cinematografica locale e insegna modelli comportamentali ai bambini, ha fatto sì che le autorità cittadine non abbiano avuto esitazioni a collocare la sua statua a fianco dell'unica altra esistente sull'Avenue, quella di Bruce Lee, e a promuoverlo Ambasciatore del Turismo della città. 


Considerata la difficoltà, anzi, l'impossibilità della viaggiatrice nell'immortalarlo senza turisti a fianco c'è da crederci...


PS
Adesso, per favore, non dite che ognuno ha l'ambasciatore che si merita. 
Anche i maiali hanno una loro dignità! 
C'è di ben peggio. 
Basta guardare qui, attorno, senza fare 14 ore di volo.

0 geo-commenti:

Posta un commento

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.