La valigiatrice 4a puntata

Lo so, avete scoperto cosa ha comprato la porteuse nello shop del Musée Magritte.


Non era ovvio per voi?
Oh, per me lo era, eccome!
Non sapete quante volte ho dovuto custodire per lei statuette della Royal Copenhagen scontate e di seconda scelta (non perché fallate, ma solo perché il blu non era conforme allo standard), oppure tisaniere decorate con dragoni soffianti provenienti dalla Cina oppure...mi è andata molto peggio quando ha portato dall'India le spezie. 
Al rientro ho dovuto ossigenarmi internamente per 2 giorni in cortile!








Forse ispirata dal quadro visto nel caffè descritto nella puntata precedente (foto sopra by Nela San), entrata nello shop del Musée Magritte, si è divertita a scattare foto come questa a fianco, con la supponenza di intitolarla:


ceci n'est pas un trompe-l'oeil





poi, ha avuto la folgorazione e ha comprato la tazzina qui a fianco.


Non paga, ha continuato il pellegrinaggio ai luoghi magrittiani fino a
rintanarsi ne La Fleur en Papier Doré, locale storico di Bruxelles (55, Rue des Alexiens), frequentato dai surrealisti belgi nel XX secolo, fra cui anche René Magritte.


Riuscite a leggere la frase in alto nel muro, fra le due teste di animale? Ve la dico io:
Nul ne m'est étranger comme moi-même


e pure lei si deve esser sentita così, visto che nella foto appare defilata...


A proposito: non si è bevuta lei tutti quei caffè sul tavolo.
Ha preferito una warme chocomelk, accompagnata dai cioccolatini con il logo del locale, la fleur dorée.
Adesso però dovreste spiegarmi una cosa:


se è vero che nel volantino di questo locale sta scritta una celebre frase di Geert van Bruaene (gallerista amico di Magritte) che:


Tout homme a droit à vingt-quatre heures de liberté par jour


perché dunque invece io e Silver siamo state segregate qua dentro per due ore?


Dico, non stiamo parlando di un capsule-hotel giapponese
sto parlando dei lockers alla Gare Brussels Centraal.
non è mica carino! Manca l'aria, si sta scomodi, non si familiarizza con nessun altro.
Poi questo sistema che si riapre solo dopo aver fatto leggere da un lettore ottico il codice a barre stampato sulla ricevuta.
Se si bagnava lo scontrino? Non è poi mica tanto difficile che non succeda con tutta l'acqua che piove in questo paese!


Silvertrolley soffriva di claustrofobia doppia e aveva paura di bagnarsi. No, non fuori, internamente.
E se si bagnava lei, per logica conseguenza mi bagnavo anch'io.
Non capite? Non riuscite a capire perché doppia claustrofobia?
Guardate come eravamo conciate per il ritorno! 
Secondo voi dove sono le birre e Silvertrolley?


Insomma in questi post ho dovuto fare tutto io, sopportare tutti i pesi, gli sballottamenti. E di nuovo su per treni, giù per scale mobili e combien de bagages à enregistrer, etc.etc. 
Basta! Quando torno a casa dirò a Silver che io non sono Madre Teresa e che la prossima volta le dannate birre della porteuse se le porti da sola. 
Avete capito, no?! Non sto parlando della porteuse, ma di Silver, che si è fatta portare da me (dentro di me). 
Finalmente avete capito!!! E non crediate che "Continua".
Adesso le puntate sono finite!
La prossima volta chiedete che vi parlino di C., io ne ho piene le scatole!

5 geo-commenti:

  1. Il Belgio raccontato da te è persino bello e affascinante!Brava. Mi sono molto piaciute queste puntate de La Valigiatrice. Ciao Nela e buona serata!

    RispondiElimina
  2. @Clara troppo generosa, grazie. La svaligiatrice si prende una pausa, ma presto conoscerai C.
    Bye&besos

    RispondiElimina
  3. Il tuo post è straordinario e a chi ha commentato prima di me, Clara,bisogna dire che il Belgio è davvero bello e affascinante, non è vero valigie mie carissime?
    La prossima volta vi aspetto da me: ho una casa piena di scale, una vera avventura !
    A presto

    RispondiElimina
  4. :-))

    rivedere La Fleur en Papier Doré intravisto nel post -prologo, dopo le quattro puntate, fa tutto un alto effetto : adesso ha un'altra storia. :-)

    p.s.
    bellissima la foto "ed io tra di voi "

    RispondiElimina
  5. @Grazia Se devo fare delle scale, allora mi attrezzo con zaino in spalla...
    comunque è un invito molto molto allettante!
    @Giacy.nta ahahah se lo sapesse Aznavour!
    Bye&besos a tutte!

    RispondiElimina

 

Geografie Blogganti

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.