Rex nomine Marx (Karl) Sottotitolo: La mia famiglia e altre...Creature grandi e piccole.

(Yoshimoto Nara - Do not disturb)

Anche se l'anno non si è ancora concluso, la viaggiatrice sta iniziando a stilare la sua personale lista di bilanci. 
Non essendo ancora definitivamente compiuta, non si metterà qui ad elencarne i momenti positivi ne' quelli negativi.

Tuttavia, per una come lei che ha sempre trascorso la vita a contatto con gatti, oggi deve ammettere essere un giorno particolare,





vista la new entry in famiglia di un animale che gatto non è, bensì cane.

Nella famiglia di un'amante di gialli, il minimo che ci si poteva attendere era un pastore tedesco. Magari di nome Rex, come il famoso commissario canino della serie. 
Tuttavia ne' la razza ne' il nome sono a conferma di ciò.
Poiché in famiglia c'è anche chi studia di filosofia, si è pensato di optare per quello soprannominato il cane filosofo.
Poi, coerentemente con il suo appellativo e con le iniziali di tutti i membri del nucleo famigliare, si è pensato bene ad un nome di un filosofo che iniziasse per "Ma".

Il risultato quindi è ben lungi dal monarchico appellativo di Re (latino Rex), optando per un rivoluzionario Marx.

Ora, mentre il cucciolo se la dorme, la viaggiatrice ripensa se nei gialli che ha letto, ci sia mai stata la figura di un detective accompagnato da un cane e onestamente non le è venuto in mente niente.

Al contrario, Jay Samorin, figura di rilievo nel giallo Il Male di Ravi Shankhar Etteth, è accompagnato spesso da un felino di tutto rispetto. Una fosa di sette chili.
(Leonie Swann - Source Wikipedia)

Poi si rammenta di aver letto quel giallo atipico in cui le indagini era condotte da una pecora bianca di nome Miss Maple, ideato da una scrittrice tedesca di Baviera dallo pseudonimo...bi-animalesco: Leonie Swann (vogliamo tradurlo, imbarbarendolo, Leonia Cigno?)

La viaggiatrice guarda il suo gatto: 3 chili più pesante della fosa,  dallo stesso mantello candido come la pecora protagonista di Glennkill, e che la segue sempre come un cane.
  
Poi guarda perplessa il cucciolo di cane che anziché avere il nome del Re dei commissari canini austriaci ha il nome del grande filosofo tedesco. 


In mezzo a questa gran confusione di ruoli, fortunatamente, si consola nella lettura della serie completa dei libri di James Herriot, veterinario e scrittore britannico, che ha ricevuto in dono da una sua blogger-amica.
Così si sta documentando (divertendosi un sacco) sulla psicologia di molti animali diversi dai gatti.

Non saremo a Thirsk, (la Darrowby dei romanzi di Herriot), ne' nell'India di Samorin o in mezzo a belanti brughiere di Albione; la viaggiatrice non ha niente a che vedere con La Signora in giallo o Agatha Christie ma, in tutti i casi


sarà una bella gatta da pelare!



6 geo-commenti:

  1. Il cane filosofo. Il gatto edonista ( a giudicare dal peso ). Animali di varia indole, natura e pezzatura che si affacciano dai libri... Non ci si annoia a casa della viaggiatrice, anche quando lei chiude la porta e inizia trascinare silvertrolley:-)

    RispondiElimina
  2. Benvenuta alla new entry in famiglia.Il cane Marx vi rivoluzionerà piacevolmente la vita : ne sono sicura !

    RispondiElimina
  3. Benvenuto Marx! Sai che adoro i cani :-) Ti aspetto a Ravenna.

    RispondiElimina
  4. Un caloroso benvenuto a Marx! anche noi abbiamo una new entry: la gatta Cicova. Purtroppo non possiamo portarcela a casa e dobbiamo tenerla in studio per via di Teresa, la nostra lupoide dal passato molto travagliato. Strana situazione, è un po' come essere bigami

    RispondiElimina
  5. Benvenuto a Marx e in bocca al lupo a tutti. Mi auguro che la convivenza tra il gattone e il nuovo arrivato sia delle più serene.
    Quanto a Glennkill, è uno dei libri più carini che abbia mai letto: non un capolavoro, ma gradevolissimo, intelligente e scritto davvero cercando il più possibile di immedesimarsi in una pecora.
    Saluti affettuosi
    (peccato per quella doppia N nel cognome della Swann, altrimenti la sua trasformazione in un cigno sarebbe stata perfetta!)

    RispondiElimina
  6. @giacy.nta No, non ci si annoia...anche se Silvertrolley è un po' annoiata di dover stare nel sottoscala :-)
    @Grazia Eccome, se l'ha rivoluzionata! Ore 06.15 sveglia e colazione, ore 12.00 rancho, ore 19.00 secondo rancho, ore 22.00 sgambata per i suoi bisogni e...ammainaportone garage, suonata del silenzio e tutti a nanna. Mi sembra di esser nei militari, anche se non ci sono mai stata!
    @ Clara ti posterò una foto, poi magari quando sarà cresciuto ci troviamo in spiaggia (quando non è stagione dei bagnanti)
    @Dede Certo che la gatta Cicova mi fa sorridere al solo leggerne il nome. Tu avrai un problema di bigamia, io, invece, ho il triangolo :Marx, il gattone bianco e quella stinfietta della Sina, la micro-gatta, e come cantava Zero "il triangolo no, non l'avevo consideratooooo"
    @Duck AL momento la convivenza è difficile. Procediamo per gradi. Quanto a Glennkill, sai che è uscito il sequel proprio in questi giorni? Il nuovo si chiama "Il lupo Garou" A proposto di "in bocca al lupo". Hai ragione che per farla "cigno" ci voleva una "N" in meno, ma come sai gioco un po' con le parole e questa volta, ops, ho "imbarbarito" la traduzione. PS mia figlia (la golosa) segue il tuo blog.
    Bye&besos a tutte!

    RispondiElimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.