NILO-e-geografie 1a Parte

Ci risiamo. 
Eccomi nuovamente a raccontarvi una storia.
La valigiatrice a casa, questa volta ero sola con la porteuse, che, al momento di imbarcarsi sul volo, è stata fissata con sguardo incredulo.

Destinazione Egitto?! Dove sono pinne, costumi, teli da bagno e creme solari? Ah, non va a Sharm? 
Al Cairo! 
Di questi tempi! Ma nessun turista di questi tempi...ah, non è per turismo? Vabbè, contenta lei...
Era più o meno quanto si poteva intuire dall'incredulità dell'inserviente al check in.

Già, nessun turista. Anche se però, non è propriamente vero.

Oddio, non è che pensassi di incontrare questo qui:




(Bonaparte and the Sphinx)

già morto e sepolto da un pezzo, (anche se qualche suo clone in giro per l'Europa esiste ancora).

Ne' che sperassi di incontrare quest'altro:
(Roger Moore, Barbara Bach - James Bond, la spia che mi amava)


Tuttavia, è vero: turisti pochi.
E scordatevi i soliti americani e giapponesi. Come per i paesi, ci sono i nuovi emergenti anche fra i viaggiatori.

(Foto by Nela San)
Il cartello in hotel scandiva le partenze dei pullman dei turisti per rientrare nel loro paese di provenienza: l'India.
Ed era anche singolare ritrovare egiziani pressare da vicino donne elegantemente vestite in sari, per vendere loro ogni sorta di cammello, gatto o statua di faraone.

Le foto a tutti i costi vengono ancora scattate, magari non più da mandorlati giapponesi, bensì da altrettanto mandorlati cinesi. 
Fotografavano di tutto. Proprio tutto. 
(Foto by Nela San)
Anche i sassi, che, comunque, qui devono aver visto di ogni (i sassi, intendo).


Così, mentre per strada sorprendeva la mancanza di polizia, dopo i fatti recenti, 
ancor di più si evidenziava l'oziare inattivo di quella turistica, che magari 
 (Foto by Nela San)

ammazzava, per meglio dire, trascorreva il tempo a far sgambare i cammelli.

Ciò che comunque sconvolgeva la porteuse era il costante ritornello quando rispondeva alla fatidica domanda: "Where you come from?" 
Alla risposta: "Italia", veniva immancabilmente apostrofata con: "Italia 1!". Esclamazione dopo la quale, lei si allontanava a lunghi passi, (manco avesse visto un aspide cleopatriano), prima di temere di sentirsi anche dire: "Canale 5, Rete 4, Emilio Fede e Ruby".

Amaramente, la porteuse rammenta come in passato il suo paese fosse associato ad altro: pizza, sole, amore.

 (Foto by Nela San)

Oggi non più e chissà se i manifestanti, eletti personaggi dell'anno dal Times, si sono indignati per la pubblicità di una rete di telefonia egiziana che associa la foto della loro protesta ad una frase del nostro ex-premier.

La porteuse, lei sì, si è molto indignata e Silvertrolley pure.

7 geo-commenti:

  1. poveri, poverissimi noi davvero!

    RispondiElimina
  2. Ecco, appunto.
    Già Italia 1 mi aveva quasi steso.
    Poi la pubblicità che cita Quello...
    Povera Nela San, non dev'essere stato facile.
    Saluti affettuosi

    RispondiElimina
  3. quindi neanche viaggiando gli si sfugge. Sono afflitta.
    p.s.
    Le tue foto mi hanno tirato su... CLAP CLAP CLAP

    RispondiElimina
  4. @Grazia Già! Poveri è molto calzante e in tutti i sensi, purtroppo!
    @Dede Esatto! Così come io mi sono sentita sempre più sgomenta, ogni volta che me lo ripetevano. Sgomenta, anzi, sgomentassimo davvero!
    @Duck No, non lo è stato. Rimasta però la curiosità di vedere che faccia avrebbe potuto avere quel pubblicitario che si è inventato il connubio. Normale? Mica tanto!
    @Giacy.nta Saremo perseguitate per anni da Quello!
    Buona domenica a tutte e bye&besos

    RispondiElimina
  5. No, scusa, ma nessuno t’ha chiesto:”E Ruby come sta?”…
    Ben tornata.

    RispondiElimina
  6. @valigiesogni No, nessuno me l'ha chiesto. Probabilmente, in un paese che fatica a ritrovare la strada della democrazia, non volevano far vedere di interessarsi alla "nipote" di un dittatore a cui un altro dittatore "voleva far del bene". Ahahah, dopo la mezzanotte le risposte mi vengono particolarmente ispirate... Bye&besos e grazie per il ben tornata.

    RispondiElimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.