Le miserie de l'atzdora Travet







Con libera forzatura dalla commedia piemontese "Le miserie 'd Monsù Travet" (per chi vuole leggerne una breve descrizione clikkare qui), la viaggiatrice/atzdora è entrata nel solito periodo stagionale di stoica sopportazione di tante cose che non sta ad elencarvi.


Fra qui addirittura il subire passivamente la visione di un film alla televisione, evento annualmente straordinario per lei, che farebbe volentieri a meno di quell'aggeggio dal numero indefinito di pollici.


Tutto questo per introdurre il post della serie Ciak si libra.


La viaggiatrice è perfettamente conscia che ancora non ha spiegato cosa sono i filet mignon, ne' ha terminato il Dizionario Scrittorio su Simenon o le Vacanze Catalane. E' indietro con tutto (anche con lo stirare).


Così si è lasciata cadere sul divano e ha guardato il film da cui è tratta la foto d'apertura. Una delle poche scene che ha apprezzato.
Per il resto, i nervi le sono venuti forse più di quando la portarono a vedere "Ufficiale e gentiluomo".


Anche Chatwin si sarebbe arrabbiato a vedere come Julia Roberts si muove fra una Roma tutta luoghi comuni, la campagna toscana che sembra uno spot del Mulino Bianco e l'India di altrettanti luoghi comuni e, per il grande lieto fine: Bali, stile resort a 5 stelle.


Il titolo: Mangia, prega, ama.

10 geo-commenti:

  1. Povera Atzdora alle prese con la televisione e Julia Roberts formato Mulino Bianco! Solo per questo ti perdono per l'attesa dei post su Simenon e le Vacanze catalane. Ma stirare, almeno, devi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ringrazio di cuore per la solidarietà fino alla fine fine della seconda frase.
      Dopodiché - uhm - c'è quella terza imperiosa...OK non dirò "tu quoque", ma così mi "stendi" oops volevo dire mi "stiri"!

      Bye&besos dal caldo della Bassa con zanzare diZpettoZe (=zzzzz vicino alle orecchie alle 3 di notte)

      Elimina
  2. eh mia cara signora viaggiatrice, ma non ho mica bisogno di cercare suggerimenti per Monssu Travet, io!
    E però sono assolutamente d'accordo sulla recensione dello sciagurato film

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, eh, ho pensato: "Adesso intitolo il post così, e sono sicura che la Dede avrà una reazione".
      Hai detto bene: film sciagurato, se andavo a stirare almeno mi tiravo avanti coi lavori.
      Bye&besos

      Elimina
  3. ciao cara viaggiatrice! l'ho visto anch'io 'sto film e mi sono detta le stesse cose. Lasciamolo vedere agli americani, che forse hanno bisogno di questi finti paradisi per apprezzare...
    bacioni e abbraccioni :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dici bene! Infatti poi su Roma ci si è messo anche Woody Allen, successivamente.
      Bye&besos
      Aspetto info su Internazionale, ok?

      Elimina
  4. Eat, pray, love l'avevo visto ad Antwerpen, quando vivevo in Belgio. Il film in sè è scadente e patinato all'americana, annulla qualsiasi "altrove" addomesticandolo, e farebbe rivoltare la bonanima di Bruce Chatwin. Però salverei la bellissima colonna sonora, con Neil Young e altri gioielli. Se vuoi te la faccio :-)
    Questo film è comunque legato a una bellissima serata in giro per Antwerpen a piedi, scoprendo le piccole meraviglie di quella città, tipo un ristorantino indonesiano (con vero cibo indonesiano) gestito da una vecchia coppia di balinesi :-)
    Buona giornata, qui caldissimo, e il Kangoo-kane come sta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saggia amica! L'addomesticazione dell'altrove potrebbe essere dignitosissimo titolo di un saggio, come quando Augé parla di "Non-luoghi". Pensaci! Credo che tu possa avere tante storie ancora da raccontare , sull'addomesticazione dell'altrove e sulla non-addomesticazione.
      Bye&besos, anche dal Kangoo-kane

      Elimina
  5. Mi vergogno quasi a scriverlo, dopo tutti questi commenti negativi, ma a me il film era piaciuto. Non sarà un capolavoro da oscar ma l'avevo trovato piacevole, soprattutto la parte finale a Bali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, non ti devi vergognare per quello che hai scritto. Ci mancherebbe altro! Ognuno ha il diritto di avere la sua opinione e, soprattutto, di poterla esprimere. Per questo ti ringrazio di aver lasciato il tuo commento e di esser passata di qua.

      Un buon fine settimana e, come sempre dico a tutte le mie blog-amiche: bye&besos :-)

      Elimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.