Mentre voi dormite...(9a): Equazioni paulistane, Tante Emma o Zé Maria

Uma Ferrari na rua, pro paulista, é comum. Pro carioca, é o Romário.
(Traduzione: una Ferrari per la strada, per un paulista è comune. Per un carioca è di Romario*_*famoso giocatore brasiliano di calcio)

Il Paulistano dà più valore al suo Rolex che al suo stesso braccio e deve avere un'automobile di importazione, anche se è coreana.


- Mi faccia un esempio di equazione.
- Milano sta a São Paulo, come Roma a Rio de Janeiro.
- Quasi esatto. Però Roma è capitale e Rio no. Riprovi!
- Dunque: Melbourne sta a São Paulo, come Sydney a Rio de Janeiro.
- Sì, la seconda parte è più azzeccata, però Melbourne no, non è capitale finanziaria. Semmai culturale. Veda di avvicinarsi di più.
- Allora, uhm, ecco! New York sta a São Paulo, come Los Angeles a Rio de Janeiro. Va bene?
- Nooooo, sbagliatissima. Semmai è San Francisco che sta a São Paulo e l'avrebbe azzeccata in pieno.

Ecco, perché qui sta l'errore che fece la viaggiatrice la prima volta (non la seconda).
La similitudine (per togliersi dal matematico) suona in questo modo:

così come la distanza da un punto A a quello B, a Mumbai, si percorre in un tempo mediamente triplo di quanto dichiarato in Google Map; la medesima distanza, qui si percorre col triplo del fiatone e, se non prestate profonda attenzione, rischiate pure di percorrerla in direzione contraria.
La ragione? La brasiliana è come San Francisco: le strade pendono allo stesso modo.

Ma è anche vero che somiglia a New York: strade lunghissime. 
Se volete evitare di ripercorrerle (soprattutto in salita) per il loro intero sviluppo, perché avete segnato il nome della strada del negozietto, visto passando con il bus, allora conviene appuntare anche il nome della strada perpendicolare. 
Non per nulla, i paulistani, per indicarvi un indirizzo, vi diranno Rua Bela Cintra esq. Oscar Freire (angolo O. Freire) oppure, per non scoraggiarvi, diranno che è a poucas quadras di distanza, dove quadra sta per isolati, che però il più delle volte sono infiniti.

Da qui, e dal traffico tremendo, la ragione per cui i più ricchi, oltre alla comune Ferrari di cui sopra, si spostano anche in elicottero. (già spiegato qui).


C'è anche una disequazione, con valore di incognita, che dice così:

data la preferenza del cliente tedesco fra un Tante Emma (negozio tipico fine anni '70, di proprietà di un singolo commerciante che vendeva un po' tutti i generi alimentari) e un Aldi-Discount:

quale sarà quella del suo omologo brasiliano fra un negozio della catena Pão de Açúcar e il Mercadão?

La viaggiatrice ve lo spiega con due aneddoti, vissuti entrambi in prima persona.

Punto vendita della catena. 
Prodotti di alta qualità, non un picciolo di frutta fuori posto. 
Riconosciuta come cittadina italiana da un signore pulistano di terza età che sta facendo la spesa, le vengono elencati i pregi dell'Italia. Formidabile come il suo arzillo interlocutore non snoccioli elenco di monumenti ovvii, ma snoccioli infili Tempio di Caracalla, Arena di Verona e parli di Giulio Cesare e Leonardo da Vinci.
Dopo una pausa fra un preziosissimo caspo di insalata e un melone dalle dimensioni di astronave, il signore, non pago, incalza.
- Mi scusi però, ma dovrei farLe una domanda.
- ?
- Come è possibile che un paese come il vostro con tanta storia e millenni di cultura abbia votato per quasi un ventennio Berlusconi?
Questo il cliente Pão de Açúcar.

Altro il Mercadão
Lì c'era Zé Maria.
Chi é?
Ecco un'anteprima.






4 geo-commenti:

  1. É la domanda che molti di noi si fanno da vent'anni ( quella del cliente del supermercato) E, invece, "chi è Zè Maria" è la domanda che mi faccio io e per cui dovrò aspettare( mi immagino) la prossima puntata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non disperare la prossima puntata arriverà presto...
      Bye&besos di buon fine settimana

      Elimina
  2. Mannaggia a questi Ventenni...Sono una spiacevolissima costante della storia italiana: ritornano come ( e con ) l'analfabetismo...
    Ehi, gemellina, ti ho intravisto ( tra i poponi ) in ottima forma!:))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che mentre scrivevo il post pensavo ai corsi e ricorsi della storia. Coincidenze "gemellari" ;-)
      Diciamo pure che sì, fra i "paponi" (con una "P" sola però) ho fatto la mia ...figura eheheh
      Bye&besos di buon fine settimana anche a te.

      Elimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.