Licenza di avere 50 anni e (non) dimostrarli



"Il mio nome è Bond...James Bond" 
(Licenza di uccidere - 1962) 

Era il 1962 quando usciva il primo film della serie James Bond, personaggio creato dal britannico Ian Fleming e il cui ruolo fu assegnato a Sean Connery (sopra mentre legge Thunderball, titolo omonimo del 4° film della serie).
In occasione del 50° anniversario dell'agente segreto, in stile gialli-e-geografie, la viaggiatrice posta una foto di ognuno degli attori che hanno impersonato 007. 
Leit-motiv, direttamente o indirettamente, la lettura.


"Mi scusi, signora" (Guardando il ritratto della Regina, appeso in ufficio, prima di dare le dimissioni dai servizi segreti) 
(Al servizio segreto di Sua Maestà - 1969)

Dopo Connery,  Gorge Lazenby.  Un solo film non di grandissimo successo. 
Per un agente tombeur de femmes, forse la lettura più consona. Curiosità: in questo episodio, Bond affronta anche la breve esperienza del matrimonio...

"Oh. James! Non riesco a trovare le parole"
"Posso provare io ad allargare il tuo vocabolario"
(La spia che mi amava 1977)

Roger Moore, a cui Lazenby passò il ruolo,  prese parte a sette film (1973 - 1985).

Con lui, il personaggio si contraddistinguerà per una vena ironica, apprezzata dal pubblico. 
Qui, smessi i panni di 007, l'attore si cimenta in un reading su Mozart a Dubrovnik (Source: Dalje)


"Aiuto chi ha dei problemi"
"Problemi che lei risolve?"
"Direi problemi che io elimino" 
(007-Vendetta Privata 1989)
Anche con Timothy Dalton,  James non fu fortunato: solo due film della serie, poi un lungo stop.

La foto lo ritrae con uno scaffale alle spalle, nel quale la cosa che più attira, non sono tanto i libri, quanto il vaso di ceramica che li sostiene.





"C'è da salvare il mondo. Vieni?"
"Dopo di te, 006." (Golden Eye 1995)

Ben diverso l'approccio libresco, per non dire il piglio, di Pierce Brosnan.


D'altra parte, se doveva partire per salvare il mondo...









"Come diavolo fa Bond ad essere così stupido?! Io lo promuovo a doppio zero e quello squilibrato fa in mezzo all'ambasciata, ma dove diavolo è finito?! Una volta un agente che faceva un gesto così imbarazzante aveva il buon senso di passare al nemico! Dio, come mi manca la Guerra fredda!" (M)
(Casino Royale 2006)

Sesto, e per il momento ultimo James Bond,  Daniel Craig. Apparso per la prima volta nel rifacimento del 2006 di Casino Royale, terzo adattamento del romanzo di Ian Fleming, dopo quello del 1954 (episodio) e la parodia del 1967, con Peter Sellers e Woody Allen.

Comparire a fianco della Regina Elisabetta II, nella cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Londra, non gli ha valso le simpatie di Nela San,  che concorda con M: 


"Dio, come ci manca la Guerra fredda e - aggiunge la viaggiatrice - Sean Connery!"

Per chi si vuol cimentare come emule dell'agente segreto, clikkare qui





6 geo-commenti:

  1. assodato innanzi tutto che l'unico e inimitabile resta Sean Connery, l'ultimo Bond con la faccia di Putin non sta in cielo nè in terra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, siamo in tre a pensarla così: tu, io e M.(quella del film, intendo).
      Poi, cosa vuoi che ti dica? Dell'ultimo, sarà un caso, non ho trovato una-foto-una che lo ritraesse con un -che so! - libro o quotidiano in mano (nemmeno playboy, come il collega).
      Allora mi sono decisa per la copertina e ho scelto la più brutta, ma proprio la più brutta o, come hai detto bene tu - la più Putin-iana che potessi trovare.
      Bye&besos&Bond

      Elimina
  2. Sean Connery for ever, 007,008,009,010.... insomma diamogli tutto quello che vuole ma vogliamo lui, un uomo che riesce ad essere affascinante in qualsiasi modo(kilt compreso) e a qualsiasi età

    RispondiElimina
  3. Nela, confessa, è l'ormone che ti ha dettato questo post...:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, ma se non so nemmeno se l'ho ancora! (L'ormone) intanto stasera mi guardo Dalla Russia con ormone ooops con amore ;-))

      Elimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.