MEMO: COMPLEANNO - GIOVANNI NEGRI (e non solo)

anniversario [an-ni-ver-sà-rio] s.m. (pl. -ri)
  • Ricorrenza annuale di un avvenimento degno di memoria

     


    Giovanni Negri
    Torino, 16-05-1957
    AVVERTENZA:
    Questo post stravolge la tipica struttura di quelli taggati "Memo", tuttavia non nuoce alla salute, bensì offre la speranza che  "Ci si può sempre riciclare!".


    Non ce ne voglia il festeggiato, se in questi giorni di Giro d'Italia e di presentazioni di altre manifestazioni ciclistiche meno ridondanti alla viaggiatrice piaceva introdurlo così.


    Alcuni non avranno faticato a ricordarlo nella prima foto degli anni '80, allora segretario del Partito Radicale. Più difficile riconoscerlo nella seconda, a una trentina d'anni di distanza, nelle vigne neozelandesi di Marlbourough County. 



    Ma c'è una ragione: dopo aver ricoperto la carica di segretario di partito e europarlamentare, Negri si è messo a produrre vino a Serradenari, frazione di La Morra. 

    Non solo: con Roberto Cipresso ha ideato "Le Stazioni di Montalcino 1865 srl", rivalutando l'antica linea ferroviaria della Val d'Orcia con un Treno del Vino. Formula enologica-cultural-turistica che, partendo dalla stazione di Siena, prevede degustazioni in treno, sosta nel verde di Monte Amiata Scalo e attraverso Sant'Antimo, Castello di Argiano, Castello della Velona, raggiunge le cantine del Brunello e le località vocate alla produzione della Cinta senese.


    Non li amava, i giornalisti. Né i giornalisti amavano lui.



    Sarà per evitarli nella politica, che, oltre al vino,
    Negri è divenuto anche scrittore di gialli? Due, al momento:



    Il Sangue di Montalcino (2010, editore Einaudi, pag 282) da cui è tratta la frase sopra.

    Prendete e bevetene tutti (2012, Einaudi, pag 352)



    Per uno che sta fra uva da vino e a volte scrive, c'è un altro personaggio che scrive sempre e si è messo fra pesche e nettarine. 


    Non ha ideato treni, ma certo vederlo presentare una manifestazione con due ruote, incuriosisce.


    Non che il connubio libri gialli e ciclismo sia una novità.


    Gianni Mura, celebre giornalista che scrive di questo sport, ambientò un giallo al Tour de France.

    Titolo: Giallo su Giallo (2007, Editore Feltrinelli, pag 232 - Premio Grinzane - Cesare Pavese per la narrativa, 2007)


    La seconda tappa, per così dire, è un nuovo giallo, Ischia (2012, Feltrinelli, pag 175), non più attorno al ciclismo, ma sempre con protagonista il suo ispettore Jules René Magrite, che "ama Maigret ma non Magritte, salvo per un paio di quadri" e viene descritto "con i baffi, le maglie a righe, la passione per i cibi di qualità e i vini d'annata".


    E con la citazione sui vini d'annata, si torna all'argomento di inizio post. Come un treno a fine corsa o una tappa all'arrivo.

    In tutto questo ancora resta la perplessità di Lucarelli e il ciclismo? No, se alla Mordano dove risiede Lucarelli farà eco la Solarolo del commentatore del Giro d'Italia Davide Cassani e anche quest'ultimo si decidesse a scrivere un giallo. 
    E' il riciclo o il cerchio che si chiude...il cerchio, che in inglese si dice: The Ring...paura eh?!








2 geo-commenti:

  1. ma quanti Giano Bifronte mi fai scoprire

    RispondiElimina
  2. Vino, ciclismo, libri gialli... tante vie per riciclarsi, tante idee anche per una storica dell'arte quasi dismessa. Vedremo: la vita è imprevedibile!

    RispondiElimina

 

Geografie Blogganti

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.