Il carretto passava e quell'uomo...


Anche se il post prende spunto da una canzone di Lucio Battisti e ricorda a Nela San gli anni di gioventù, l'uomo in questione non vende gelati.
Anzi, la viaggiatrice confessa di esser stata molto felice che la sua  blogger-amica Dede Leoncedis abbia pensato a lei e ai post Librerie-e-biblioteche, inviandole questa foto.

Per un attimo, la sua lusitanitudine, l'ha indotta a pensare che il signore in questione fosse su una spiaggia brasiliana, ma, guardando meglio, ha visto trattarsi di lingua spagnola.

Da qui è partita l'investigazione, il cui risultato  quasi una favola, tanto è  bella, curiosa, originale. 

Nome: Martín Roberto Murillo Gomez
Nato nel: Chocó (uno dei 32 dipartimenti della Colombia).
Istruzione: Scuola elementare
Lavori precedenti: impiegato in un lavaggio auto, muratore a Aruba, venditore ambulante di acqua.

Fu proprio un giorno, mentre vendeva l'acqua per strada e stava leggendo
L'uomo duplicato (José Saramago), che si fermò a chiedergli una bottiglia di acqua Jaime Abello, Direttore della Fundación Nuevo Periodismo, creata da Gabriel García Márquez. 
Si misero a parlare e Jaime gli promise di regalargli alcuni libri, per soddisfare il  desiderio di Martin di diventare cronista della NBA, di cui era divenuto appassionato tifoso, dopo aver visto le acrobazie di Michael Jordan.

Cinque mesi dopo, il 27 maggio 2003, Abello lo accompagnò alla fondazione e gli regalò tre libri, fra cui un saggio sul giornalismo. 

Da quel momento, Murillo decise di investire i suoi guadagni nella letteratura, andò al Hay Festival (Salone del libro che si svolge annualmente a Cartagena) e entrò anche al Congresso della Lingua Spagnola, invitato da Gabo (Marquez, Ndr), perché non aveva i 70 dollari per pagarsi il biglietto d'ingresso.
Continuò a vender acqua, però voleva condividere con gli altri quanto aveva appreso, così riuscì a comprare un carretto in onore di tutti i venditori ambulanti e trovò uno sponsor.

Raimundo Angulo è stato il suo primo patrocinatore con 500.000 pesos per il carretto. 


Anche la Fondazione di Gabo lo ho sostenuto così da poter iniziare a girare con la sua biblioteca ambulante, composta dai 160 libri che aveva nella sua camera d'albergo.

La carreta è itinerante: di solito risiede a Cartagena, ma è stata anche per le strade di Riohacha, Barranquilla e Bogotà.
Ha anche un blog: www.lacarretaliteraria.com 

Uno dei suoi prossimi progetti è creare una biblioteca per i bambini figli dei poliziotti di quartiere e vuole donare una "biblioteca-baule" alle scuole.

Per chi lo vuol conoscere meglio, qui un'interessante intervista di Ricardo Ibarria.

La carreta literaria from ricardoibarra on Vimeo.

10 geo-commenti:

  1. Ecco un lavoro che, se avessi coraggio, mi piacerebbe fare: creare una piccola libreria itinerante, cominciando, magari, con i libri che ora mi riempiono tutte le pareti di casa e che potrebbero trovare lettori meno distratti di me.
    Una storia bellissima! Grazie a te e a Dede per avercela raccontata!

    RispondiElimina
  2. ma che bella storia da quella foto! sembra inventata apposta per ridare allegria e fiducia

    RispondiElimina
  3. Bellissima. Sarò old fashion (mi sa che sono nata nel secolo e nel paese sbagliato) ma trovo strepitosa quest’idea della biblioteca ambulante.
    Baci

    RispondiElimina
  4. Grazie a tutte e tre: Grazia, Dede e Barbara (in ordine di commento postato).
    Dimenticavo, anche a Duck, che l'ha commentato via fb.

    Certo che uno che legge Saramago...insomma, un po' da favola ce l'aveva.


    RispondiElimina
  5. Che bella storia!Perchè ai tg non raccontano queste cose belle? :)

    RispondiElimina
  6. Hai ragione, ma temo che ai tg credano che per la maggior parte della gente facciano più "audience" quelle brutte.

    RispondiElimina
  7. che genio! Altro che massaggi e asciugamani. Quest'uomo vende sogni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Sonia, e quel che è ancor più bello è che li "vende" in senso metaforico, mentre i libri li presta sul serio.
      PS visto Clara e mi ha parlato del bellissimo incontro che avete avuto. Brava!

      Elimina
  8. Oh si. Lei è stata fantastica e i ragazzi entusiasti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora conosco due "fantastiche"! Tu e lei.
      Abbraccio

      Elimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.