Cina Parte 4a: l'anno del Cavallo di Gallo-Nela San (al trotto)


Dunque:
nella parte vecchia di Shanghai, quella che Qiu Xiaolong, giallista cinese residente negli USA e censurato (parzialmente) in Cina, cita nei suoi gialli, gli addobbi per il Capodanno cinese,  già a metà Gennaio preannunciavano l'entrata nell'anno del Cavallo con questo enorme destriero sbuffante fumo dalle narici.
Per i Cinesi, questo è un segno indomito (sarà per questo che lo hanno raffigurato in impennata?) che nasce immerso nel mese del suo elemento naturale, il Fuoco ma che era anche venerato nell'antichità per il suo coraggio e la lealtà. 

Il rosso degli addobbi era...imperante.
Il 31 Gennaio, Capodanno, quest'anno per i Cinesi, viene visto positivamente.

Abbandonato l'anno del Serpente e (sperano) gli scandali della corruzione, gli astrologi prevedono per il paese un Cavallo che è un po' Sagittario e un po' Capricorno, influenzato dall'elemento del Legno, che quindi smorzerà la sua straripante energia per incanalarla verso pensieri ed azioni organizzati.



Cavalcherà dunque gli eventi, senza indugiare e l'anno porterà a viaggiare e stringere buone relazioni con l'estero...

Sarà stato di buon auspicio dunque, il fatto che alla viaggiatrice hanno fatto mangiare, due settimane fa, l'animale dell'anno che stava finendo?



Gallo-Nela San leggeva dunque ieri tutte queste notizie e pensava.

Lei che oltre ad esser Gallo per l'oroscopo cinese, è sì un quadrupede per quello occidentale, ma con belle e lunghe corna piantate in testa, rifletteva fra se' e se'.

Che questo 2014 per il Capodanno occidentale lo ha iniziato on the road, guidando il 1° Gennaio destinazione Bilbao, che dopo due settimane ha corso in lungo in largo per la Cina, che la settimana che si è chiusa è stata a prendere bombe d'acqua e neve in Francia e che la settimana prossima andrà nella sua (si fa per dire) tanto odiata (e questo corrisponde al vero) Berlino.

Non ha letto Rob Brezny, la viaggiatrice; giacché spesso quelle sue affermazioni la spazientiscono. 
Tuttavia una cosa a Rob si sente di dirla: 

oltre a prendere l'anno al trotto (ché alla sua età il galoppo sarebbe troppo pericoloso), Gallo Nela-San ha iniziato a beccare certe persone, disarcionare certe zavorre e ora manca di incornare alcune situazioni che non meritano la sua pazienza. 
Ma c'è ancora tempo, l'anno è appena iniziato.

Buon anno del Cavallo a tutti.
PS tutte le foto sono di Nela San, anche quella del piatto del Serpente (regolarmente mangiato)





3 geo-commenti:

  1. E com'era? Il serpente, dico, com'era buono?
    Una di queste volte mi dovrai parlare di berlino che mia moglie vuole andarci
    io preferirei di no ma s sa, in queste cose son le donne a decidere.
    Ciao.

    RispondiElimina
  2. @Massimo Il serpente somiglia come sapore e struttura alla "costa" del nostro maiale, solo che la sua carne e' più magra. Quanto a Berlino, io forse sono un po' di parte per giudicarla, ci vado sempre a febbraio, ovvero rischio neve all'arrivo, durante il soggiorno e al decollo. A parte la tratta Ku'damm Fiera, e freddo polare, l'unica cosa che sono riuscita a vedere e' stato il Pergamon Museum, (bellissimo) perché di giovedì chiude alle 9 di sera. L'isola dei musei merita, ma se proprio vai, vacci in estate. Io poi sono particolarmente negativa, perché fra l'altro, il giorno che riparto per l'Italia inizia la Berlinale. Una cosa in più che non vedo. PS qualcosa sul Pergamon ho postato alla voce Germania Berlino. Buona domenica,

    RispondiElimina
  3. Buon anno cinese, europeo, islamico ... insomma tutti gli anni che ci sono e che tutti per te siano felici!
    Per te ( e anche per Massimo) : se volete cominciare ad amare Berlino( che per me è una delle più belle città del mondo) leggete il blog Berlino101. Vi innamorerete anche voi. Io, intanto, ci torno a giugno ( un mese sicuramente più favorevole) per un concerto dei Berliner!

    RispondiElimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.