6 Orizzontale: Ninalee Craig la incontrò nella città di questa libreria


Sarà stata una Moleskine quella usata da Ninalee Craig per prendere appunti o un più semplice quadernino non reso famoso da Chatwin?

Non lo sappiamo. 
Quel che è certo è che la viaggiatrice ha trovato un senso di spirituale comunione visiva con Mrs Craig.

Quella faccia-un-po'-così che ha anche lei quando si rifiuta di usare la map dello smartphone per cercare le strade. 
A dire il vero si rifiuta anche di usare gli occhiali per leggere le mappe cartacee ed ecco che il risultato per la vecchia (e stanca) viaggiatrice è più o meno come la smorfia della giovane qui ritratta.

Il tour in Europa e in Italia aveva forse più senso allora. Le mete erano classiche. Certamente anche le librerie lo erano.

Di sicuro, quando Mrs. Craig ha incontrato chi ha scattato questa foto, le  librerie non si presentavano con nomi che ricordano un po' il rigattiere o il mercato di strada ma che allo stesso tempo vogliono essere snob.



Nella città che Ninalee visitò allora, oggi la libreria qui sopra si presenta con questo slogan:
"tra le pareti invisibili di questo luogo si mischiano ortaggi, libri e incontri. I nostri animali saranno ospiti silenziosi e composti in una spazio surreale nel cuore di..."

Non strizzar gli occhi, ma apri la mente a quel ch'io ti paleso e tosto troverai la soluzione di 7 lettere.  

6 geo-commenti:

  1. Non troppo tempo fa, ho letto un post su Firenze in cui veniva riportata una celebre (così diceva il blogger) foto di Ninalee Craig, che io non sapevo neanche chi fosse. La foto però era bellissima, con questa giovane e disinvolta donna ammirata dai maschietti italiani, mentre cammina con passo sicuro.
    Sicchè direi Firenze…

    RispondiElimina
    Risposte
    1. BRAVA! E' proprio Firenze, dove in una libreria sul Lungarno Ninalee incontrò Ruth Orkin e quest'ultima iniziò a ritrarla in una serie di foto che ritraevano una giovane turista americana, sola, in tour in Italia. Conosco la foto che hai citato, e ti dirò che, per me, le pubblicità di Dolce & Gabbana, seppur ambientate in Sicilia, prendono lo spunto da quelle della Orkin, peraltro bellissime!

      Elimina
  2. l'unica cosa davvero palese, per me, è il tuo genio:)
    ( ho tentato, però..!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La fotografa era Ruth Orkin e ti confesso che mi sarebbe piaciuto essere lei. La città è Firenze e la libreria nella foto è Brac. Prima o poi la dovrò andare a vedere.
      Io un genio?!!! Mi fai sorridere...
      Un bacio alla mia gemellina.

      Elimina
  3. Non ci provo neanche.
    Ti dico però che sul mio Moleskine scrivo a rovescio
    cioè lo uso come un bloc notes
    perchè altrimenti mi tocca andare sempre a capo.
    La prossima volta compro quello più grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, per le risposte leggi sopra. Certo che sarei curiosa di vedere una tua foto mentre prendi appunti sul tuo Moleskine, al contrario. Chatwin morirebbe d'invidia!

      Elimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.