Sam Kee-Hong Kong batte Booksactually-Singapore 35 a 3!

(Sam Kee Bookshop Entrance by Nela San)

Malgrado il titolo e la giornata festiva non stiamo parlando di un incontro di calcio o di qualsiasi altro sport, ma di librerie e di gatti.

A Singapore la viaggiatrice non riuscì a visitare Booksactually, patinata libreria indipendente che ben tre gatti. Il post quindi (link qui) rimase promemoria senza riscontro pratico.

A Hong Kong è riuscita invece a vedere  Sam Kee, come fece per altre lo scorso anno (link qui e qui).

Trovare la libreria è stato difficile. Non era al primo piano, (spesso accade a HK, per evitare gli alti affitti a pianterreno), e in una zona fuori dai soliti circuiti turistici; anche se la strada in cui si trova, King's Road, è stata ribattezzata così nel 1935 in onore del Re d'Inghilterra George V, tutto era scritto solo in cinese. 
Quindi, anche quando il ragazzo del negozio di telefonia ha iniziato a guardare all'insù, per cercarla, il risultato è stato solo qualche goccia di condensa dei tanti condizionatori, ma di libri neanche l'ombra.


Questa volta era nel seminterrato ed è stata trovata grazie all'aiuto di una ragazza residente nel condominio, che ha personalmente accompagnato la viaggiatrice, incuriosita dalle ragioni che spingevano quell'occidentale di mezz'età a chiedere di quella libreria frequentata per lo più da studenti e dove si vendevano testi di seconda mano solo in lingua cinese. 
Una volta spiegatole che la ragione era la curiosità di vedere la libreria che ospita i gatti, la ragazza si è illuminata in viso. 
"Oh, sì - ha detto - Ms. Chan, la proprietaria, ne ha molti!".


Così Nela San è entrata e ha chiesto a Ms. Chan il permesso di fotografare i suoi ospiti, (aveva letto che le molte scritte in cinese a fianco dei felini, invitavano a non disturbarli).



Ms. Caroline Chan segue una tradizione paterna: lui raccoglieva gatti feriti e abbandonati, dando loro cure e rifugio. 
Lei fa lo stesso nella sua libreria, da quando, rilevandola dal primo proprietario nel 1980, si accorse che i gatti che lei tentava di mandare via, quando apriva il negozio, entravano rifugiandosi invece tra i libri.

Non vuole assolutamente che la sua libreria sia considerata un "cat bookstore". Lei lo fa soltanto per aiutare questi animali, che diversamente verrebbero uccisi. Ad Hong Kong accade spesso.

Quando la viaggiatrice le ha chiesto quanti gatti ha, immaginatevi lo stupore nel sentirsi rispondere: 
"Quanti ne ho oggi? Uhm, oggi sono 35!"


Ha spiegato che molti dei gatti che trova, dopo essere rimasti per circa due mesi nel negozio, vengono dati in affido. Solo quelli più anziani o con problemi di salute, che non sopporterebbero un altro trasferimento, rimangono nella libreria, così come i gatti neri che, le ha confidato, non piacciono ai suoi concittadini, perché portatori di cattiva sorte. 
Nela San le ha spiegato che lo stesso accade da noi, soprattutto se il felino nero di attraversa la strada.


L'attenzione della proprietaria per i suoi ospiti (li chiama tutti per nome) è ammirevole. 
Per uno, in particolare, è piena di premure: è un gatto cieco (foto sotto), che ha paura di essere toccato, così Ms. Chan è sempre molto attenta ad avvertire i clienti di non accarezzarlo, per evitare di essere graffiati.


Prima di lasciare la libreria, ringraziando Ms. Chan, la viaggiatrice le ha promesso la foto dei suoi gatti...occidentali, ha salutato, è uscita e è riemersa nel traffico di King's Road. 


Con un pizzico di malinconia. 
Arrivederci al 2015, Ms Chan!

Sam Kee - Shop 19, B/F, King’s Center, 193 King’s Rd., Fortress Hill, 2578-5956.
Open daily 12:30-10pm.



8 geo-commenti:

  1. Sembra proprio la libreria dei tuoi sogni"gatteschi"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo nego...e sarei pure già sulla buona strada, avendone due, di cui uno trovato per caso!

      Elimina
  2. Mi sembra che i gatti non siano, a vederli, gran lettori: grandiose penniche!
    ( Sei in gran forma, gemellina!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caroline ha spiegato che dormono in media 10 ore al giorno. Calcolando dunque che la libreria apre solo di pomeriggio, magari leggono al mattino ;-)
      Sei sempre troppo gentile, non si vedono le mie occhiaie da fuso orario?!

      Elimina
  3. Ammiro con tutto il cuore la signora Chan ma ammiro anche i trentacinque gatti che riescono a convivere serenamente. Da un mese, cioè da quando è entrata in casa la nuova piccolina, viviamo in costante conflitto e un certo numero di pipì per dispetto dislocate tra il nostro letto, il pavimento di fronte alla lettiera e la cartella (AAARGH) del consorte.

    RispondiElimina
  4. connessione lenta e approssimativa
    non ce la faccio a leggere
    mando un saluto a tutti dal Circeo.

    RispondiElimina
  5. Io non sono un’appassionata di gatti, lo sai bene. Ma questa storia è meravigliosa!
    P.S. Bellina con il capello più corto!

    RispondiElimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.