Carvalhal e Melides o Rosário: Praias com livros


E sia! E' arrivata l'estate, stagione vacanziera per antonomasia.

Il motto ricorrente dovrebbe essere: dolce far niente o quell' "after-I-do" suggerito dall'immagine. Invece per la viaggiatrice, il diradarsi dei post coincide col troppo fare e pensieri lavorativi.
Per adesso è così.

Resta come consolazione il preparare itinerari portoghesi per amici, per chi va al Nord, per chi va al Sud, per chi vuole andare per cantine e per chi invece andrà per spiagge.

Per chi comunque avrà tempo di leggere, qualche suggerimento:
il vademecum del Nobel portoghese Saramago
Viaggio in Portogallo (Feltrinelli 2011, Pagg. 472, traduzione di R. Desti) 
oppure 
il viatico d'antan
Lisboa. Quello che il turista deve vedere di Fernando Pessoa (e a Lisbona, si può ancora vedere con gli occhi di Pessoa) edito da Voland, 1997, Pagg. 104, traduzione di U. Serani)
oppure il giallo che però è blu come gli azulejos, nel titolo e nella copertina
Un cielo troppo blu di Fracisco José Viegas (La Nuova Frontiera 2008, Pagg. 283, traduzione di S. Magi).

Infine, per chi vuole usufruire di biblioteche speciali eccone due, su spiagge (praias) oceaniche, 





come quelle di Melides e Carvalhal, nate da un'idea del comune di appartenenza, Grândola. 
Aperte fino a fine agosto dalle  10:00 fino alle 17:00, offrono una scelta di circa 500 libri ciascuna. 



Altra quella della spiaggia fluviale di Rosàrio, nel comune di Moita, quando ancora il Tejo non arriva al mare.




6 geo-commenti:

  1. Bellissime le biblioteche di spiaggia! Averne anche da noi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo documentarmi, a parte la manifestazione " vengon dal mare" non ho sentito ci sia qualcosa di simile da noi, ma, ripeto, mi documento e ti dico, pos volevo dire :" e ti posto".

      Elimina
  2. Ecco, mi hai fatto subito tornare la voglia di tornare in Portogallo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Lusitanitudine è una ...brutta bestia ;-)

      Elimina
    2. Altrochè! Anche se in questo periodo non faccio che pensare alla montagna. E ricordo un paio di biblioteche interessanti anche da noi. Sempre che l'Alto Adige si possa considerare "da noi"....

      Elimina
    3. Se hai qualche libreria altoatesina da consigliare, sei la benvenuta!

      Elimina

 

Geografie Blogganti

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.