Valpo - librerie, murales e sintonie



In spagnolo, Valparaiso si scrive Valparaíso, ma per molti è semplicemente Valpo. Qui, librerie e murales sono fra le cose da visitare.


Si comincia da: Librería Mar de Libros
Esmeralda 1124
Nome in sintonia con la città che vanta uno dei porti più importanti del Sudamerica, questa libreria è rinata dalle ceneri di una storica libreria, la Orellana, chiusa nel 2011.




Alla fine di Esmeralda, si arriva a Plaza Anibal Pinto, da qui si prosegue per la Calle che dà anche il nome alla prossima libreria:

Cummings 1 Bookstore.

Al contrario della prima, la Cummings nel 2013 ha celebrato i suoi primi dieci anni di attività.


Calle Cummings 1
Plaza Anibal Pinto
Lun_sab 11:00-20:00
Dom 11:00 - 15:00


Anche in questo caso, il nome anticipa i contenuti: qui si parla e si legge più in inglese che in spagnolo. 
Libreria per viaggiatori e turisti, il cui proprietario viaggiava per lavoro o meglio come lavoro.
James Henkel era infatti pilota di una compagnia di linea statunitense, finché arrivò a Valparaiso, si innamorò del luogo e vi prese residenza.
Verrebbe quasi il dubbio che da questo luogo si sia fatto irretire, tanto è il groviglio di fili elettrici che riempiono la Calle. Ma tant'è. ognuno ha il suo luogo di adozione e lui, della città dice: "Quando si viaggia per il mondo, si scopre che si sono pochi posti come Valparaiso, qui c'è una miscela unica fra un caos controllato e una bellezza naturale."


(James Henkel - 2°da sin - e lo staff della libreria Cummings- Source: El Martutino)



La Calle sale e si incontra un'altra libreria al n°94-B: Lagar Libros.
Il suo proprietario, Carlos Meneses  è un ex-professore di lettere, conoscitore e amico di molti scrittori e poeti locali.




Al 344 della Calle Lautaro Rosas, una strada alberata e un piccolo giardino contraddistinguono l'entrata in una delle tante case vittoriane qui presenti: la Casa E racchiude una Galleria d'arti visive e la Libreria Metales Pesados (Mar - Dom 11:00 - 20:00). Aperta nel Novembre del 2010, preceduta da quella aperta a Santiago.



Affascinante e con atmosfera, così come gli scorci di scalinate pedonali che contraddistinguono i passaggi dei cerros, i quartieri balconi che si affacciano sulla baia 



e strade perpendicolari che permettono di vedere l'Oceano.



Quelli che oggi sono i più caratteristici sono il Cerro Alegre e il Concepcion. Due quartieri residenziali, in cui si iniziò a costruire agli inizi del XIX° secolo con tipologie di case di livello superiore agli standard abitativi di quel tempo. La proliferazione di giardini che si affiancavano alle residenze, dipinte a colori vivaci, diede il nome al primo: Cerro Alegre. 















E qui l'allegria non manca davvero, grazie anche al contributo di tanti street artist, famosi in tutto il mondo, come la coppia francese Ella & Pitr, che qui hanno dipinto una delle loro Mamie (Calle Almirante Montt, angolo Galos).



Scendendo dai Cerros, nell'ampia strada di Pedro Montt, in cui si trova l'imponente Palazzo del Congresso, fa da contraltare, sul lato opposto, al N° 281


la Libreria Crisis, in cui si trovano solo libri usati. 



Aperta nel 1990 da Mario Llancaqueo, libraio appassionato del suo lavoro, ha al suo interno un interessante murales a fumetto che riveste tutta la parete superiore del negozio.























Non sappiamo se Neruda (nella foto d'apertura con Arthur Miller, in una libreria di New York, 1966) abbia frequentato una di queste librerie, ma siamo quasi certi che la sua anima vaga fra questi scaffali e quando vuol bersi un caffè, il poeta (o meglio il suo murales) lo si incontra qui, nel terrazzo rialzato di una casa affacciata in una delle tante strade ancora in pavé. Nome della cafeteria libreria? 


Café con Letras, Almirante Montt, 316 - Cerro Concepción


Per finire in giusta sintonia.




2 geo-commenti:

  1. Ma sei lì? Sei a Valpo? E' un posto così remoto che mi sembra un sogno, una finzione letteraria uscita dalle pagine di Neruda. E' la prima volta che ne vedo le foto, sembra proprio un posto meraviglioso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo no Silvia, ma sono andata a riprendere la bozza di un Post che avevo preparato dopo aver letto e recensito Il Caso Neruda, di Ampuero, ambientato in parte anche a Valpo. le sue case colorate, l'architettura e la vista dell'Oceano mi avevano attratto. Buona domenica.

      Elimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.