MEMO: ANIVERSARI ANDREU MARTIN

anniversario [an-ni-ver-sà-rio] s.m. (pl. -ri)

• Ricorrenza annuale di un avvenimento degno di memoria


Andreu Martín Farrero 
Barcelona 9-05-1949


Visto il giorno del suo aniversari, si potrebbe pensare alla penna come la classica candelina sulla torta, ma ci vorrebbe molta immaginazione, perché la sensazione è che Andreu Martín sia uno tosto come quello che scrive, quindi non molto avvezzo a torte e candeline di compleanno.

Scrittore per bambini e per adulti, fumettista, sceneggiatore di teatro, televisione o cinema, Martín ha fatto parte del movimento nato negli anni '80, i cosiddetti anni dorati del poliziesco de la Transición, capeggiato da Manuel Vázquez Montalbán, insieme a Mario Lacruz, Juan Madrid e Francisco González Ledesma. Anzi ha spesso sostenuto di aver iniziato a scrivere polizieschi proprio grazie a Montalbán, dopo aver letto Tatuaggio.
I suoi gialli, tipici hard boiled sono più brutali e violenti di quelli dei suoi colleghi, ma lui preferisce considerarli eredità del polar francese.
Insignito di numerosi riconoscimenti, il Premio Internazionale Iberoamericano Dashiel Hammet e il Deutsche Krimi Preis, citiamo qui qualche titolo:
Protesi 
Titolo originale: Pròtesi  (1980)
Editore: Granata Press 
Traduzione:  Pino Cacucci
ambientato fra le Ramblas di Barcellona e il quartiere de la Mina ai margini della città catalana.
e
Delitti a regola d'arte (2014)
Editore: Cento Autori 
Traduttore: A.C. Cappi
in cui l'indagine inizia dal furto di tre Picasso da una villa fuori Barcellona di un collezionista d'arte.

Delitti a regola d'arte presenta un personaggio dall'aspetto cinico, distaccato, interessato a soddisfare i suoi appetiti sessuali attraverso la passione che più gli occupa il suo tempo libero: la pittura.

Soggetto dei suoi quadri la donna, nuda generalmente. Le sue modelle sono sempre belle donne che si fidano del loro, desiderose di riportare le loro fattezze sulla tela, le quali restano deluse ogni qual volta si accorgono del risultato, poiché Daniel Ponce le interpreta, non le vede: macchie bianche su sfondo scuro, come un'esalazione bianca che serpeggia tra le forme sconnesse.

Capelli completamente bianchi, sguardo neutro, faccia da bambino cattivo. Ha un collaboratore occasionale nella sua agenzia di investigazioni, Melgarejo, un ubriacone dall'aspetto grigio che riesce sempre a passare inosservato.

Sposato con Celia, bella come un angelo. Gli ha dato anche un figlio, Marc, ma Ponce non riesce a essere il marito irreprensibile e padre modello che lei vorrebbe. E i dissapori sono continui.

E poi l'arte lo interessa, in tutte le sue forme. Sempre che non sia arte concettuale, quella fa davvero fatica a comprenderla.

La trama dell'opera sembra non avere uno schema ben definito, ma si muove in modo ondulatorio e sussultorio, come un terremoto che coglie all'improvviso il lettore, scagliato di colpo a dover gestire passaggi grotteschi che deviano dal filo logico della storia.

Il romanzo-enigma decantato da Martìn in alcune sue interviste, emerge con prepotenza in questa storia, nella quale vi sono molti attori protagonisti, che sporcano la trama noir, contaminandola di dettagli, di particolari, di minuziose scene violente e raccapriccianti che ci riportano alla crudeltà, voluta e ricercata.

L'indagine sembra aggrovigliarsi come un'edera alla facciata di un palazzo e quello che sembra una struttura forte rischia di sgretolarsi, lentamente ma inesorabilmente.

Vi sono poi molti salti temporali - sei mesi dopo, un giorno dopo, un anno prima - che confondono ulteriormente.

Alla luce di tutte queste caratteristiche di stile dello scrittore, la trama originale, la simpatia e nel contempo antipatia che si prova in questo detective fuori dalle righe, contribuiscono a rendere Delitti a regola d'arte (tradotto da Andrea Carlo Cappi) piacevole e assolutamente fuori dalle righe.

Andreu Martin nasce a Barcellona nel 1949. Laureatosi in psicologia, si è dedicato in giovane età ai fumetti, al cinema, alla letteratura e al teatro, prima di dedicarsi, alla fine degli anni Settanta, al genere poliziesco. Considerato uno dei maestri del noir spagnolo, alcuni suoi romanzi sono stati adattati per il cinema.

Stiamo parlando di un autore considerato fra i migliori del genere noir mediterraneo, alla stregua di autori come Manuel Vasquez Montalban o Alicia Gimenez-Bartlett.

Ha ricevuto molteplici riconoscimenti, compreso il il Premio Internazionale Iberoamericano Dashiel Hammet e il Deutsche Krimi Preis.

Firma con Jaume Ribera la serie per ragazzi Flanagan (edita in Italia da Mondadori). In Italia sono usciti i romanzi Barcellona Connection, L’uomo col rasoio e Protesi per Hobby & Work Publishing, Corpus Delicti, A serramanico, Giudice a parte per Alacrán Edizioni e I sodi di Dio per Edizioni E/O. - See more at: http://www.latelanera.com/editoria/recensioni/recensione.asp?id=9788868720155#sthash.hAWbLjRq.dpuf

0 geo-commenti:

Posta un commento

 

Geografie Blogganti

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.