MEMO: fødselsdag- Peter Høeg


anniversario [an-ni-ver-sà-rio] s.m. (pl. -ri)

  • Ricorrenza annuale di un avvenimento degno di memoria
    (Photo Jonas Eriksson)

  •   Peter Høeg 
    Copenhagen, 17-05-1957


    Intervistato da un giornalista del quotidiano britannico The Guardian, sul fenomeno del giallo scandinavo, un pluriaffermato autore norvegese rispose così:

    Grazie al successo di Henning Mankell e Peter Høeg, non c'era in Scandinavia la stessa connotazione associata allo scrivere thriller come accadeva in molte altre culture. Anzi, esattamente il contrario. Molti autori scandinavi diventati famosi con romanzi di narrativa, sentivano di voler cimentarsi sul genere giallo per dimostrare che potevano essere all'altezza dei migliori.

    Era il 2012 e l'intervistato era Jo Nesbo. Da allora purtroppo molto è cambiato: Mankell ci ha lasciato e Peter Høeg non ha reso Smilla personaggio seriale, come molti suoi colleghi scandinavi hanno fatto. Tutt'altro.

    L'autore de Il senso di Smilla per la neve, dopo il romanzo che lo fece conoscere a livello internazionale, ne scrisse un altro di narrativa ma di  scarso successo.

    L'uomo che fu ballerino, atleta, marinaio e attore (notate qualche somiglianza?), si impose un esilio volontario senza telefono, televisione e automobile in un villaggio danese lontano dalla capitale; scomparve dalla vita pubblica, divorziò dalla moglie kenyota e per 10 lunghi anni non pubblicò nulla, fino al 2006 quando uscì La bambina silenziosa, accolto freddamente.

    Poi scomparve nuovamente, rifiutando quasi ogni contatto con i media.

    Per me la solitudine è come per altri la benedizione della Chiesa. E' la luce della grazia. Non chiudo mai la porta alle mie spalle senza la coscienza di compiere un gesto misericordioso nei miei confronti. (Pag  16 Il senso di Smilla per la neve)

    Questa la voce di Smilla che, ora lo sappiamo, si confonde e si fonde con quella del suo creatore. 

    Buon compleanno, Peter/Smilla. Ci manchi/ci mancate molto.  


     

    4 geo-commenti:

    1. Che personaggio affascinante (Willem Dafoe però è più bello)!

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Già, Defoe, qualcuna mi ha anche suggerito Fassbender (truccato in Hunger) o Michael Douglas. Ha più sosia di quel che pensavo!

        Elimina
    2. Libro che ho da anni e che non ho mai letto. Riapri la ferita dei tanti libri intonsi...

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Come vedi qui sopra (related posts), il libro è stato debitamente recensito. La prima parte è molto appassionante, non così il finale ma credo comunque che sia uno di quei thriller di cui serbo comunque un bel ricordo.

        Elimina

     

    Geografie Blogganti

    Geo-lettori im-pazienti

    Geografando in fb

    Geo-MEMO

    I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
    Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
    Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.