MEMO: compleanno Alessandro Robecchi - cant-autore della Milano contemporanea

anniversario [an-ni-ver-sà-rio] s.m. (pl. -ri)
Ricorrenza annuale di un avvenimento degno di memoria

Alessandro Robecchi
Milano, 16-06-1960
Se si istituisse un Museo del Giallo, la sezione relativa a Milano occuperebbe un'ampia superficie. Un primo spartiacque temporale sarebbe il 1945,  collocando prima di tale data il creatore del giallo all'italiana, Augusto de Angelis e il suo commissario De Vincenzi della Mobile di Milano. 
Gli esponenti del Dopoguerra sarebbero Scerbanenco con Duca Lamberti per gli anni Sessanta, mentre il commissario Ambrosio di Olivieri dividerebbe la sezione fra i Settanta e gli Ottanta con il commissario Melis di Hans Tuzzi. 

Il curatore del museo avrebbe poi qualche difficoltà di gestione: in primis, per definire lo spartiacque fra la Milano moderna e quella contemporanea (fine di tangentopoli o, forse meglio, l'inizio del XXI° secolo?) e, in secundis, per non fare torti ai vari autori che si sono succeduti a raccontare la metropoli. 

Di una cosa tuttavia siamo sicuri: Alessandro Robecchi, di cui oggi ricorre il compleanno, è il cantore della Milano contemporanea, quella recentissima in cui sorge un'escrescenza in vetro e cemento che potrebbe stare a Dallas, a Seattle, a Shanghai...   

Parole, queste, del suo giallo d'esordio (foto),

pubblicato nel 2014 nella collana La memoria e giunto all'undicesima edizione.

Quattrocentotrentadue pagine in cui leggerezza e suspence, ironia e trame oscure si intrecciano sullo sfondo di una Milano da ...tele(visione), divisa fra quelli-del-posto fisso e chi no, che per multietnicità sembra Mumbai e Shanghai, con  malavita e nostalgici del nazifascismo. Città che non è da guardare ad altezza d'occhi. Per capirla davvero bisogna guardare in basso, dove i seminterrati si riempiono di traffici.... (Pag 15)

Il personaggio creato da Robecchi è Carlo Monterossi, autore televisivo di Crazy Love,  programma trash su vite sentimentali di gente comune e il cui motto della conduttrice è: "Anche questo fa fare l'amore".
Uno che, per dirla con l'autore, è una calamita per i guai, ad iniziare da quando gli si presenta in casa un tizio che tenta di ucciderlo e in un crescendo fra il tragico e il comico ci tiene incollati alla sedia (o al divano) fino al termine.

Il biondo guarda il socio. Il socio guarda il biondo. Poi il biondo e il socio guardano il Dapré. Lui guarda loro.
Il socio parla scandendo le parole come per aiutare l'ometto a leggere il labiale, come si parla coi sordi.
"E lei... sign-or Da-pré, ce le ha del-le co-pie di que-ste bol-le?"
"Ma certo, sono nel computer!".

Si fanno stampare una decina di bolle di consegna, le mettono in tasca ed escono. 
Fuori piove e loro la prendono tutta.
Arrivati in macchina sembrano due tizi caduti in un fosso.
"Vaffanculo!", dice il biondo.
"Devo pisciare", dice il socio.
"Non contare su di me". (Pag 332)
     
Avranno forse già detto a Robecchi che la sua coppia di killer professionali  ricorda Vince e Jules di Pulp Fiction. Quello che forse non sa è che Monterossi ha un suo gemello in Malesia: Terry Fernandez creato da Brian Gomez.

Come Robecchi, Gomez scrive ironicamente del suo paese, anche a lui piace il blues e lo suona.
Il suo irriverente e divertente giallo è  Malesia Blues; questo di Robecchi per affinità potrebbe sottotilarsi Milano Blues.

Questa non è una canzone d'amore - sottotitolo ipotetico: Milano Blues; ora capite perché definire lo scrittore milanese cant-autore è più che legittimo e fargli gli auguri oggi l'è istess.

4 geo-commenti:

  1. Ma a te il blues ti piace?
    pensa che gli americani manco sapevano che c'era,
    glie l'hanno detto i Beatles i Led Zeppelin e gli altri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, non lo sapevo, comunque in fatto di gusti musicali sono molto ...ondivaga

      Elimina
  2. Il Museo del giallo così come lo descrivi è molto in stile gialli e geogrfie! Sarebbe un modo per conoscere autori ( e cant-autori :-) ma anche luoghi segreti che non trovi nelle guide classiche..
    Buona domenica, gemellina! :-)

    p.s.
    vedo che hai scelto un passo con le bolle.. ( non te ne sei ancora liberata ? )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona domenica anche a te, gemellina cara e grazie del commento.
      P.S. Prima o poi mi libererò anche delle bolle ma, come dicevo alle mie amiche, sarà più dura liberarsi della nostalgia di Hong Kong che, puntualmente, arriverà a Settembre.

      Elimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.