MEMO: Geburtstag - Nele Neuhaus

anniversario [an-ni-ver-sà-rio] s.m. (pl. -ri) 

  • • Ricorrenza annuale di un avvenimento degno di memoria
     
    Cornelia (Nele) Neuhaus (nata Löwenberg) 
    Münster, 20-06-1967
    (Photo: Gaby Gerster) 
    Esercizi di lingua tedesca.
    Per noi, etimologicamente parlando, la parola compleanno denota celebrazione annuale dell'anniversario: dallo spagnolo cumpleañoscumplir (compiere) abbinato al plurale del sostantivo año (anno); nella lingua sassone der Geburtstag è il risultato del combinare die Geburt (nascita) a der Tag (giorno).

    Giorno di nascita, anniversario o compleanno, comunque la pensiate oggi si celebra quello di una scrittrice disciplinata, che ogni mattina dalle nove in poi apre il suo portatile con l'obiettivo che si è autoimposta di scrivere cinque pagine al giorno.

    (L'autrice e Shelby nella sua casa a Bad Soden)
    Divenuta fenomeno letterario con Biancaneve deve morire (post qui), i suoi Taunus-Krimis (sette finora), con la coppia formata dal commissario del piccolo paese di Hofheim, Oliver von Bodenstein, e la sua assistente Pia Kirchoff, sono tradotti in 23 paesi, fra cui la Cina 


    e la Corea del Sud, dove sono immensamente popolari.


    Intervistata sul fenomeno, Nele ha fatto notare che un paese come Altenhain, dove sono ambientati i suoi romanzi, si trova dappertutto nel mondo e malgrado sia teatro di gelosie, invidie e tradimenti, gli abitanti del paese (che esiste veramente) sono contenti che il luogo sia divenuto famoso, ancor più da quando la ZDF (la seconda rete della televisione nazionale tedesca) trasmette una serie tratta dai libri

    Un successo che ha portato la pagina facebook dell'autrice ad avere più di ventimila seguaci, finché ha deciso di chiuderla, non avendo tempo sufficiente per rispondere a tutti in prima persona.
      
    Ora vi chiederete il perché di questa apertura in modus grammaticale: una rinfrescata alla teutonica memoria della viaggiatrice, considerando l'acquisto di uno dei suoi gialli in lingua originale nell'amata Buchkantine (unico rammarico del non andare a Berlino il prossimo febbraio).
    Sotto, il tavolino dei gialli a Buchkantine, ristorante-bistrò-libreria di cui si parlò qui.



     Quelli sopra, i romanzi in edizione originale. Voi, comunque, potete leggerli anche in italiano, dunque

    "Viel Vergnügen beim Lesen! (Buona lettura!)".
     
     

5 geo-commenti:

  1. Io conosco parecchie lingue,
    le leggo, le parlo e le fischio anche
    voi, incolti, no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sto dimenticando qualche lingua,
      Non le leggo più bene,
      fatico a parlarle
      e non le fischio assolutamente
      (Sono stonata).
      Così mi autoimpongo esercizi per la memoria,
      Ma voi, non avete nessuna necessità
      Di emularmi.
      Questo era il messaggio, per come lo intendevo io.
      Bye bye, anzi Aufwiedersehen-arrivederci.

      Elimina
  2. Acquistai Biancaneve deve morire dopo aver letto il tuo post, approfittando di una qualche offerta sugli ebook. Prima o poi lo leggerò.
    Già che ci sono, mi avvalgo della tua competenza, per chiedere suggerimenti su gialli (e non solo) ambientati a Bologna. Il coniuge ormai vi trascorre sin troppo tempo, sicché alla prima occasione utile vorrei raggiungerlo nel weekend. Come mi preparo?
    Naturalmente, ti terrò informata su queste trasferte in terra bolognese!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fra i gialli: tutti quelli di Loriano Macchiavelli sul Commissario Sarti (ambientati anni '70), già classico anche Lucarelli di Almost Blue (un cult) e del meno conosciuto ma altrettanto bello "un giorno dopo l'altro". La Verasani parla di BO, ma non mi entusiasma; Rigosi con "Notturno Bus" (da cui il film con Mastrandrea) o The broker di Grisham (2005) anche se i bolognesi incalliti dicono esserci inesattezze...
      Fra i non gialli, è già considerato un cult "Jack frusciante è uscito dal gruppo", mentre mi dicono delizioso "A Bologna le bici erano come i cani" di Paolo Nori.
      Ti scrivo in privato, bye

      Elimina
    2. Sapevo di poter contare sulla tua competenza! Sarà la volta buona per leggere Lucarelli (mai letto nulla), Nori e Loriano Macchiavelli (che ho ascoltato in coppia con Guccini, facendomi un sacco di risate). Lessi Jack frusciante un secolo fa. Chissà dov’è andato a finire quel libro…

      Elimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.