Buchhandlung Höllrigl: uhhhh der Uhu!


(Getreidegasse - Salisburgo Source Wikipedia)
La momentaneamente-abbastanza-stanziale viaggiatrice dovrà ricordarsi di chiedere all'amica C. se preferisce le arcate vissute dei portici bolognesi alla pletora di insegne che affollano una delle vie dello shopping di Salisburgo: la Getreidegasse. 
Nel Vicolo dei cereali (traduzione) la globalizzazione ha persino colpito le insegne in ferro battuto, che non raffigurano più solo Brezel e ballerini di Schuhplattler; a ben guardare la foto, si scoprono loghi e ideogrammi estranei, tanto da poterci addirittura giocare a "scopri l'intruso".

Eppure, in un altro vicolo a pochi minuti da qui, un'insegna regna sovrana e il verbo non è scelto a caso.
 
(Photo amica C.)

   
Quello immortalato dall'inarrestabile amica C. è un gufo reale. Come tale, regna solo e incontrastato al numero 10 di Sigmund-Haffner-Gasse. 
Le ali aperte, a competere con l'altro rapace, (anch'esso nobile, ovvio) l'aquila reale, simbolo della nazione, e in barba ad altri meno blasonati volatili, forte del fatto che mai potranno insudiciargli testa ed ali, grazie al graticcio antipiccioni.

Der Uhu (gufo reale in tedesco) regna lì da molti secoli, a rappresentare la libreria più antica dell'Austria, come si legge nell'insegna posta a fianco di una delle sue vetrine: Buchhandlung Höllrigl. 

(Photo amica C.)


Ovviamente anche l'edificio che la ospita è storico: la Ritzerbogenhaus risale al 16° secolo e si trova in centro storico, non distante dalla casa di Mozart e dalla zona universitaria.

(Photo amica C.)

Fondata dal tipografo Konrad Kürner col nome di  „Kürners Hof-Buchdrucker“, divenne in seguito libreria, cambiando spesso di proprietà. Ancor oggi è conosciuta col nome di colui che la acquistò nel 1901, Eduard Höllrigl, anche se dopo nemmeno un anno la cedette a Adogl Stierle e Otto Spinnhirn, che la gestirono col nome di: "Eduard Höllrigl, ex Herm. Kerber".
Oggi la libreria fa parte della catena viennese di librerie Wilhelm Frick, che  ha avuto il buon gusto di conservarne il nome originale (a dispetto dei destini di alcune librerie italiane e bolognesi).

Due piani pieni di libri, con una strana scala di legno storta a collegare il pianterreno al primo piano.

(Photo amica C.)
L'intento degli attuali proprietari è quello di rappresentare la tradizione, ma  l'assortimento degli altri generi è altrettanto vasto. 
L'amica C. lo conferma: cinque scaffali dedicati ai gialli o Krimi, in lingua teutonica.

(Photo amica C.)
 Anzi, per meglio dire: Kräuter-Krimi, dove Kräuter sta per Crauti, tipico contorno dei wurstel. Che qui i gialli siano chiamati così è quasi un'altra tradizione.
Manfred Baumann, redattore della TV austriaca (ORF) annunciò nel 2010 la pubblicazione del suo primo giallo in questo modo: 
"Mein erster Kräuter-Krimi ist erschienen!".

Anche Baumann, nato a circa 30 chilometri da qui, a Hallein, località del salisburghese nota per i giacimenti di sale, vuole rappresentare a suo modo la tradizione. 
Così, il quinto Kräuter-Krimi (e per il momento ultimo) della serie col suo commissario Martin Merana si intitola Mozartkugelkomplott.

La viaggiatrice, pur momentaneamente-abbastanza-stanziale, e il gufo reale di Höllrigl sconsigliano l'abbinamento gastronomico Crauti e cioccolatini Mozartkugeln. 


 
 Buchhandlung Höllrigl
Sigmund-Haffner-Gasse 10
5020 Salzburg

 

2 geo-commenti:

  1. Il Mozartkugelkomplott potrebbe essere anche quello dei postini che fanno sparire le scatole dall'aria anche solo vagamente pasticcera spedite da Salisburgo in Italia (esperienza personale).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Postini golosi! Certo che Mozartkugelkomplott è titolo degno di un giallo di Ambler.

      Elimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.