Wagner'sche - appuntamenti al buio venuti alla luce

(Foto amica C.)

A volte arrivare secondi è stimolante. 
La terza (e ultima) libreria visitata dall'amica C., non vanta il primato di essere la più antica della nazione, lo è per la sola regione del Tyrol, ma va oltre.

(Foto amica C.)

Non si fa nemmeno intimidire dal fatto che l'idea di un gufo come insegna sia già stata impiegata decenni prima dalla sua concorrente di Salisburgo. (se ne è parlato qui).

(Co-proprietario Markus Renk - Source: online.at)

Ritornata in mani tirolesi quasi un anno fa, ne ha pubblicizzato la riacquisizione con un manifesto che ricorda quelli della mitica mela di Cupertino (Apple docet). 

C'è comunque un trait-d'union che lega il cartellone della foto sopra alla copertina del libro della foto sotto.


Una lineetta di quasi quattrocento anni, da quando nel 1639 la libreria fu fondata da Michael Wagner, che,  poco dopo, venne chiamato a ricoprire l'incarico di tipografo di corte dall'arciduchessa Claudia de' Medici, reggente del Tirolo dopo la morte del marito Leopoldo V d'Austria. 





Se non ci è dato di conoscere l'approccio editoriale di Claudia de' Medici (salvo leggere il libro di Bauer in tedesco), conosciamo invece quello di Renk: "Traghettare l'antica libreria verso un meritato futuro". 

Non sappiamo però se per farlo userà la bicicletta che l'amica C. con arguto e solerte colpo d'occhio  è riuscita ad immortalare aldifuori dell'edificio. 

Il coprisellino, da solo, vale il motto del manifesto: Alt aber neu (vecchio ma nuovo, Ndr).

Di certo, comunque, due cose valgono da sole la visita della Wagner'sche.

Le vetrine, con pezzi di arredo di design in tema con i romanzi esposti e quello che è venuto alla luce mentre C. girovagava al suo interno:


(Foto amica C.)
 
la possibilità di acquistare romanzi senza conoscerne il titolo, ma solo leggendone la recensione scritta a mano sulla carta da pacchi che li avvolge. Carta altamente umweltfreundlich, ovviamente.

Per fotografare questa geniale chicca di scaffale-blind-date, anche questa volta l'amica C. ha rischiato di suo.

 
L'unica cosa che sono riuscita a fotografare all'interno, prima di essere rincorsa da un donnone con una vistosa couperose da birra, sono questi libri proposti così!

Nela San è pienamente convinta che se l'avesse apostrofata dicendole che era lontana parente di Claudia de' Medici, il donnone l'avrebbe riverita e l'amica C. avrebbe potuto continuare la missione fotografica. 
Il legame col tempo-che-fu degli Austriaci è cosa nota; non per nulla ci viene riproposta annualmente la Radetzky-Marsch alla diretta del concerto di Capodanno da Vienna (e qualcuno usa coprisellini all'uncinetto).

2 geo-commenti:

  1. L'amica C è donna coraggiosa come poche altre! E l'idea è geniale. Pensa che buffo!, gli editori acquistano intere vetrine per pubblicizzare best-seller che non hanno alcuna necessità d'esser ulteriormente pubblicizzati. Io, invece (e non credo d'esser la sola), boicotto la visibilità del libro in vetrina ma non saprei resistere al libro al buio. Se facessi la libraia, avrei già rubato l'idea dell'energico donnone!

    RispondiElimina
  2. Non ci avevo pensato: si può ben dire che siamo di fronte al paradosso della pubblicità!

    RispondiElimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.