Il nefasto arrocco dell'Amleto di Torre Vã

La partita a scacchi tra Antonius e la Morte
film: Il settimo sigillo di Ingmar Bergman (1957)


arròcco s. m. [der. di arroccare2]. –  Nel gioco degli scacchi, movimento simultaneo di due pezzi, re e torre (che eccezionalmente conta per una sola mossa). (da Vocabolario Treccani)

Questa mossa è una delle più importanti per la sicurezza del re.

Torre Vã è un pugno di case situate in una zona del Basso Alentejo. 
Photo by Nela San

Lì, le colline hanno uguale cadenza per ondulazione e dimensione, nella dolce luce del tramonto sembrano gobbe equidistanti di cammelli identici, in fila. 


Sulla cima di una di esse, interrompendo il panorama tranquillo, si dovrebbe trovare un monte, masseria ad un solo piano, coi muri esterni verniciati di bianco e uno o più grandi camini cilindrici, retaggio dell'antica dominazione araba.
Invece, giungendo a Torre Vã, si vede subito che lì abbiamo di fronte qualcosa di diverso, differente, imponente. Anzi, disturbante.

 
Photo by Nela San

La casa che sovrasta e si discosta dalle altre è un palacete, villa padronale su due piani. Niente a che vedere con la arquitectura senhorial della zona; questa  ricorda piuttosto le fastose abitazioni coi balconi in legno sull'intero perimentro della casa che i proprietari delle roças (piantagioni) possedevano nelle colonie africane del Portogallo.

Photo by Nela San

Giungervi è facile: una via lastricata sale di lato sulla collina, dopo aver scavalcato una bassa catena a pesanti maglie di ferro, tenuta stancamente semitesa da due blocchi in pietra ai bordi della strada che paiono pietre-miliari.
Paiono... in realtà le iniziali che vi sono scolpite indicano chi, del luogo, era l'antico proprietario. Anzi, qualcosa in più.

Questa scacchiera metaforica era il latifondo della Famiglia Lança, la più grande proprietaria terriera nel Municipio di Ourique: 4.428 ettari (come 6.236 campi da calcio), le cui caselle-proprietà (due herdade, due monti, un solar etc etc) furono espropriate dal Ministero dell'Agricoltura e della Pesca per quella Riforma Agraria che iniziò in questa regione dopo la caduta del regime salazarista


Foto dal sito Comune di Ourique

Nel Decreto del 4 Dicembre 1975 l'ingiunzione di esproprio è indirizzata a José Nobre Lança, membro di quella famiglia originaria di Conceição, dove ancora esiste la loro casa padronale di 2.600 metri quadri, il Solar da Torre, costruita nel 1889 e 


Entrambe le foto da airbnb

convertita ora in bed and breakfast, col nome di Casa da Torre.

Scacchiera, torre, re. Di quest'ultimo si deve ancora parlare; il re in questione non è però l'antico proprietario alentejano, bensì il più recente, l'Amleto nel titolo.

Si deve tuttavia attendere il prossimo post.
D'altronde si sa, negli scacchi occorre avere pazienza: una partita può avere lunga durata.    


9 geo-commenti:

  1. Il blog sta diventando lusocentrico. Come aveva già commentato qualcuno in un post precedente, ormai sei diventata una vera esperta di Portogallo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Curiosità e amore: ciò che mi muove nelle ricerche. Anche se, per questo post, più che di ricerche si potrebbe parlare di "investigazione". Post lusocentrico e ... Lucarelliano.

      Elimina
  2. colgo tra le righe un inedito lirismo... ( vedi che significa lasciare il suolo natio per la terra della saudade ? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici che sto diventando un po' ...tabucchiana?!

      Elimina
    2. Uhm... ieri durante un lungo viaggio in macchina ho ascoltato l'audiolibro di Donna di Porto Pim. Bellissime atmosfere, ma il libro mi ha lasciato un senso di fastidio. Forse banalmente perché non volevo sentir parlare di balene massacrate mentre guidavo?

      Elimina
    3. Pensa che questo romanzo di Tabucchi l'ho prestato (errore grave) prima ancora di leggerlo (errore gravissimo). Ricordo solo che qualcuno l'ha "pescato" dallo scaffale dei miei libri acquistati ma non ancora letti, con la promessa di leggerlo velocemente. Il concetto di velocità può esser soggettivo, ma sono passati anni e il misterioso lettore non me l'ha restituito. Però credevo che non parlasse di balene massacrate. Sigh!

      Elimina
    4. Be', non solo di quello. Comunque sì, errore gravissimo! E più ancora quello di aver dimenticato a chi l'hai prestato!

      Elimina
  3. Bella la rivoluzione dei garoifani,
    hai visto "Capitani d'aprile"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, l'ho visto e mi piacque. Pensa che nell'anniversario del 25 Aprile scorso lo hanno dato in un paese vicino a dove abito in Portogallo. Mi sarebbe piaciuto vederlo in lingua portoghese ma, a quel tempo, stavo rientrando in Italia. Se ti piace l'argomento, suggerisco Il romanzo Alba Sporca, quello su cui anche tu già hai commentato nel post qui sotto:
      http://gialli-e-geografie.blogspot.it/2017/09/alba-sporca-lo-scomodo-miguel-sousa.html

      Elimina

 

Geo-lettori im-pazienti

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.