Scusi Cristo Rei, ha visto per caso passare un elefante? 3a parte




Caro Salomão,
ti scrivo per comunicarti che non c'è più bisogno di ricordarti solo per lo sgabello di dubbio gusto (Saramago dixit), fatto con le ossa delle tue zampe anteriori, dove incisero addirittura gli stemmi nobiliari di Massimiliano e della sua sposa, visibile a Kremsmünster.
Sarai felice di sapere che più passano gli anni e più ci ricordiamo di te, commemorandoti in modi e maniere al passo coi tempi. 
Ti ricordi vero del tuo arrivo a Bressanone poco prima di Natale, nel 1551? Beh,  di sicuro te lo ricordi, hai una memoria d'elefante! 



Dimmi: Leonard Mair ti chiese di restar fermo con la zampa alzata, per dipingerti col fedele Subhro, i due lancieri, un nano e un gigante, sulla facciata occidentale della locanda? Un sacrificio, immagino, ma è proprio grazie a quell'oste-committente Andrä Posch che ancor oggi lì ti possiamo ammirare. Lui, in tuo onore, mutò il nome dell'allora locanda nelle cui stalle in cui hai riposato per 14 giorni (fino al 2 gennaio 1552): da Herberge am hohen Feld in Am Hellephanten. 


Dall'altra parte del confine (che poi di confini non si dovrebbe più parlare, ma  stanno tornando di moda) anche Linz ha voluto ricordare il tuo passaggio in città nella facciata di un palazzo in Hauptplatz 21, oggi sede di un teatro. Spero il barocco ti piaccia, perché come vedi si tratta di un rilievo tardo-barocco in stucco. Come dici? Tu di cornac ne avevi solo uno e qui sei raffigurato con due?! Beh, fu un'idea del Borgomastro Hutter; gliene chiederei il motivo (un po' di tedesco lo parlo), ma non credo sia ancora in vita. Comunque consolati: quando nove anni fa la città era capitale europea della cultura ti dedicarono un Elephant World Tour. Dove andavano? Non lo so, so solo che il punto di partenza era qui alle 8:30 del mattino...


Sarai onorato di sapere che a Vienna, dove giungesti nel maggio del 1552, oggi ti ritrovi davanti al Kunsthistorisches Museum e puoi guardare con la tua faccia di bronzo addirittura Maria Teresa d'Austria che regnava in lungo e in largo per l'Europa. Non stare a pensare chi dei due ha avuto più peso in passato! Di certo tu  hai più followers e scommetto che è con te che si fanno più selfie!


Ma, in assoluto, è Bressanone la città che più ti commemora. In estate, la tua umweltfreundliche statua in legno di otto metri spazia sul labirinto di canapa nel giardino vescovile


mentre nel periodo natalizio, ti hanno magicamente proiettato nel cortile del Palazzo Vescovile in uno spettacolo da far impallidire qualsiasi mercatino dell'Avvento (foto sotto).


Per tutti questi eventi in luoghi vescovili, Saramago ironizzerebbe che è il giusto riconoscimento del clero, memore del tuo inginocchiarsi davanti alla Basilica del Santo a Padova, senza polemizzare sulla cittadinanza lisboeta di Sant'Antonio, come scrisse nel libro che ti ha dedicato. 
O tempora, o mores! Proprio la tua mancanza di polemica di allora sarebbe da prendere come esempio oggi.

Poi sì, d'accordo, lo so anch'io che non ti chiamano Salomão. Se è per questo neppure Salomone. Qui si fa un gran parlare del Labirinto di Solimano e del Sogno di Solimano, ma che ci vuoi fare! Pensa che qui Bressanone è Brixen e l'Alto Adige è Süd Tyrol per la maggioranza dei residenti; cerca quindi di capire questa ... saudade-a-modo-loro per l'Austria a giustificazione di come ti aveva ri-battezzato l'arciduca Massimiliano. 

Comunque, sia si dica Soliman's Traum o Sogno di Solimano, gli artisti francesi delle luci di "Spectaculaires - Allumeurs d'Image"  hanno stupito con effetti speciali oltre centomila spettatori che hanno ammirato la tua storia anche quest'anno, terza e purtroppo ultima edizione.  Fortunatamente, coi potenti mezzi di questo secolo, cose accadute in passato restano in memoria (e senza dover stare tanto in posa come per un affresco). Se clicchi sulla freccia qui sotto (con leggerezza, mi raccomando) puoi vederti su YouTube, che per spiegartelo in breve è una sorta di affresco in movimento.




Sei anche protagonista di uno splendido libro per bambini, e quel che è più bello,  è scritto in due lingue!

Soliman l’elefante Margret Rettich – Alessia Vikoler (traduttrice)
31 pagine
Anno: 2016

Editore: Weger



 
  


La tua fama è giunta persino a Mumbai-Bombay-Bombaim, dove un gruppo teatrale di Pune ha messo in scena il tuo viaggio, basandolo sul libro di Saramago (locandina nella foto di apertura). 
La pièce si chiama Gajab Kahani (se non sbaglio, in Hindi gaj significa elefante) e chi ti impersona è l'attrice Geetanjali Kulkarniche (saggezza indiana!). 

Ora che ti ho detto parte di ciò che hanno scritto, dipinto, scolpito e filmato per celebrarti, ho una piccola domanda: questo qui sotto sei tu?



Se la tua memoria, seppur di elefante, non ricorda dove si trova quest'immagine, ti fornisco un piccolo aiuto, così familiarizzi con un altro mezzo multimediale (la freccia su cui cliccare già te l'ho spiegata, poi ingrandisci il particolare numero 8). 

Attendendo tue nuove,
bejinhos.

...continua


6 geo-commenti:

  1. Ti pare che dopo aver soggiornato due notti a Bressanone Brixen (come la chiama Trenitalia, tipo Firenze S. Maria Novella)la scorsa estate, debba venir a scoprire qui, solo ora, la storia dell'elefante? Va bene che giravo in sella ad una bici e la mia principale preoccupazione era il mio deretano, però un minimo di curiosità per quella pubblicità su Soliman, che pure ho visto in giro per la città, mi sarebbe dovuta sorgere. Ah povera me!
    Attendo la puntata successiva della saga elefantiaca. E prendo nota di quel Saramago che ancora non ho letto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il libro di Saramago è ancora attualissimo poi, se ti capita, guardati anche su Youtube il film José e Pilar, che parla degli ultimi anni di vita dello scrittore, proprio partendo dalla sua idea di scrivere il Viaggio dell'elefante. Per consolarti di non aver visto il labirinto, mal comune, mezzo gaudio: io avrei voluto vedere la rappresentazione invernale che però, a quanto pare, non ripeteranno più.

      Elimina
  2. E' mezza mattinata che sto dietro alla tua storia, devo ancora vestirmi e poi fare 40 chilometri per andare a trovare la Meg. Volevo dirti anche che chi fa quelle proiezioni è un amico di Cagli, Paolo Buroni, vai a vedere cosa è capace di fare (così perdi un po' di tempo anche te) Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono andata a vedermi quel che ha fatto Buroni. Ne sono stata ammirata e indignata. Ammirata perché è stato chiamato anche per i Giochi Olimpici di Pechino, indignata perché mentre qui in Portogallo stanno facendo una cosa simile ad opera di un'azienda portoghese, a Bressanone hanno commissionato la cosa a dei francesi, quando avevano Buroni in patria. Ma si sa: nemo profeta in patria!

      Elimina
  3. Al passo lento e inesorabile di Solimano si scoprono tante belle cose! Attendo sua risposta alla missiva:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione gemellina, tante belle cose. Sto scoprendo storie che neanche te le immagini, quindi ci vorrà un po' di tempo per leggere la risposta alla missiva (ma, per fortuna, il libro in portoghese si legge agevolmente).

      Elimina

 

Geografie in arrivo

Geografie in arrivo
Nuovi post e nuovi elefanti

Geografie Blogganti

Bloggando geografie, giallisti, librerie e biblioteche

Alentej-ando (21) Book Bar & Book Hotel (3) Ciak si libra (37) Dizionario Scrittorio (1) Dizionario Viatorio (25) Ebdomada Enigmista (11) Élmer Mendoza (1) Elvira Sellerio (1) Flash word-post (1) Geo Arabia Saudita (1) Geo Argentina (2) Geo Australia (2) Geo Austria (3) Geo Belgio (7) Geo Brasile (18) Geo Cambogia (1) Geo Canada (1) Geo Cile (3) Geo Cina (14) Geo Colombia (2) Geo Corea del Sud (8) Geo Egitto (4) Geo Finlandia (3) Geo Francia (10) Geo Germania (9) Geo Giappone (8) Geo Gran Bretagna (8) Geo Grecia (2) Geo Hong Kong (13) Geo India (6) Geo Indonesia (2) Geo Iran (3) Geo Irlanda del Nord (1) Geo Islanda (4) Geo Israele (4) Geo Italia (37) Geo Lettonia (1) Geo Malesia (1) Geo Medio Oriente (1) Geo Messico (1) Geo Mongolia (1) Geo Nepal (1) Geo Norvegia (2) Geo Olanda (4) Geo Portogallo (36) Geo Russia (2) GEO Sao Tomè e Principe (1) Geo Singapore (4) Geo Siria (1) Geo Slovacchia (1) Geo Spagna (18) Geo Stati Uniti (11) Geo Svezia (1) Geo Taiwan (4) Geo Thailandia (3) Geo Turchia (6) Geo Uruguay (1) GGG come Gatti Gialli e Geografie (7) Giallisti algerini (1) Giallisti americani (13) Giallisti arabi (1) Giallisti argentini (7) Giallisti australiani (1) Giallisti belgi (7) Giallisti brasiliani (10) Giallisti britannici (22) Giallisti cileni (2) Giallisti cinesi (5) Giallisti cingalesi (2) Giallisti colombiani (1) Giallisti coreani (2) Giallisti cubani (2) Giallisti danesi (4) Giallisti egiziani (1) Giallisti francesi (24) Giallisti giapponesi (4) Giallisti greci (6) Giallisti Hong Kong (1) Giallisti indiani (9) Giallisti iraniani (1) Giallisti islandesi (5) Giallisti israeliani (4) Giallisti italiani (61) Giallisti malesi (1) Giallisti messicani (3) Giallisti nordirlandesi (1) Giallisti norvegesi (2) Giallisti olandesi (1) Giallisti peruviani (2) Giallisti portoghesi (13) Giallisti spagnoli (23) Giallisti svedesi (8) Giallisti svizzeri (3) Giallisti tedeschi (13) Giallisti turchi (5) Giallisti vietnamiti (1) Graphic Novel (32) I HAVE A DREAM... (1) Liberamente libr-ato (2) Librerie e Biblioteche (129) MEMO (77) No Comment (67) Post-on-demand (1) Scrittori africani (1) Scrittori americani (1) scrittori argentini (1) Scrittori brasiliani (1) Scrittori inglesi (2) Scrittori islandesi (1) Scrittori italiani (2) Scrittori messicani (1) Scrittori olandesi (1) Scrittori statunitensi (1) Scrittori sudafricani (2) Statuae manent (20) Sud Africa (1) Sunshine Award (1) Vademecum Autore-vole (2) Venezia (8) Viviane Hamy (1)

Geo-lettori im-pazienti

Follow by Email

Geografando in fb

Geo-MEMO

I testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva del mio blog" gialli-e-geografie " e tutelati dalla legge sul diritto d'autore n.633/41 e successive modifiche.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge nr. 62 del 7/03/2001. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini ed i video presenti nel blog provengono dal web e quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e l'autore provvederà alla rimozione immediata.